Tratto dallo speciale:

Costituzione online per le società di capitali

di Noemi Ricci

scritto il

La proposta di direttiva UE che uniforma la costituzione societaria nell'Unione e consente la costituzione di società di capitali online senza notaio.

Prenderà presto il via la possibilità di costituire e registrare società di capitali online, comprese le Srl, autonomamente e senza notaio. A prevedere tale possibilità e l’addio all’atto notarile è la nuova proposta di direttiva UE, avanzata dalla Commissione UE a Parlamento europeo e Consiglio UE (Com 2018/239), sull’utilizzo degli strumenti e dei processi digitali per le società di capitali ora allo studio dei vertici ministeriali dei singoli Stati Membri.

Costituzione societaria uniforme nell’UE

La proposta di direttiva va a modificare la direttiva UE 2017/1132 che regolamenta l’uso di strumenti e processi digitali nel diritto societario con l’obiettivo di uniformare e rendere omogenee le modalità di costituzione societaria in tutti i Paesi dell’Unione e del Regno Unito.

Modulistica predefinita

La norma in Italia dovrebbe ricalcare a grandi linee quanto già previsto per le start-up innovative,  permettendo alle società di capitali di essere costituite compilando, senza la necessità di recarsi dal notaio, moduli predefiniti da inviare autonomamente, per via telematica, direttamente al Registro delle imprese.

Gli Stati Membri  dovranno quindi rendere disponibile tale modulistica per la registrazione e la costituzione delle società su portali o siti web, in almeno una lingua ufficiale dell’Unione Europea, che sia ampiamente compresa dal maggior numero possibile di utenti transfrontalieri, come parte integrante dello sportello digitale unico per tutte le tipologie di società.

Semplificazioni

Come semplificazione per le imprese, la norma prevede che i Registri delle imprese dei singoli Stati Membri comunichino agli altri Registri imprese degli altri Stati Membri in cui la società detiene una o più succursali i dati ricevuti dalla società stessa, come il cambiamento di denominazione o di sede o l’ultimo bilancio, senza che l’onere debba pesare sulle imprese. Allo stesso modo le informazioni sulle società inserite nel Registro verranno trasmesse per via elettronica al bollettino nazionale designato senza che il rappresentante della società debba presentare gli stessi documenti più volte.

Pagamenti online

Nel caso in cui la procedura di registrazione di una società preveda il versamento del capitale sociale, si dovrà permettere il pagamento online su un conto bancario dell’istituto di credito che opera nell’Unione.

Impatto sulle imprese

Per le imprese presenti ell’UE che sono circa 24 milioni, delle quali l’80% Srl per lo più di piccole e medie dimensioni (98-99%), si stimano risparmi tra i 42 mln e gli 84 mln di euro.

La proposta di direttiva oltre a rendere la costituzione societaria uniforme all’interno dell’Unione Europea e a garantire risparmi in termini economici e di tempo per le imprese, asseconda anche la loro crescente propensione all’utilizzo degli strumenti digitali per l’esercizio delle proprie attività e per le interazioni con le autorità pubbliche.

Per l’Italia si tratterebbe di un importante passo avanti per ridurre il gap che ci caratterizza a livello di servizi di e-government forniti, rispetto agli altri Stati Membri.