Bilanci, ottimi risultati per l’XBRL in azienda

di Alessandro Vinciarelli

scritto il

Si consolida il nuovo formato XBRL, con il quale le società di capitale italiane devono da quest'anno presentare il bilancio. Su oltre 73mila bilanci, il 98% risulta con il nuovo prospetto

Le società di capitale con sede sul territorio nazionale hanno l’obbligo di depositare il bilancio presso il Registro delle Imprese utilizzando, per la redazione del prospetto contabile, il nuovo formato XBRL (eXtensible Business Reporting Language).

In tutto, circa 730mila bilanci arrivati al 27 luglio presso il Registro Imprese, dei quali addirittura il 98% era pienamente conforme allo standard di nuova introduzione.

In questo modo, ha spiegato Valerio Zappalà, direttore generale di InfoCamere – che supporta gli aspetti tecnologici delle camere di commercio – sarà possibile «velocizzare ed automatizzare i controlli da parte del Sistema Camerale, e la messa a disposizione dei bilanci stessi diviene molto più tempestiva».

Di certo, è stato necessario un piccolo impegno da parte delle aziende, che hanno dovuto familiarizzare con lo strumento e aggiornare le procedure per la redazione dei bilanci. Impegno che, tuttavia, sembra essere stato più che tollerabile, anche in considerazione del bassissimo numero di comunicazioni errate pervenute al Registro delle Imprese (2%).

Da questo momento, ha proseguito Zappalà, sarà disponibile «un formidabile strumento, prima inesistente, per le aziende stesse, i professionisti e le Pubbliche Amministrazioni, che consente di acquisire informazioni per successive analisi di carattere economico e statistico».

Ricordiamo che è possibile redigere in maniera automatica il bilancio d’esercizio in XBRL con il software gratuito di Infocamere integrato ed Excel (consulta i tutorial di PMI.it su come realizzare il piano dei costi e inoltrare l’istanza)