Tratto dallo speciale:

Controlli fiscali: i codici tributo per sanare le irregolarità

di Francesca Vinciarelli

scritto il

L'Agenzia delle Entrate ha comunicato i 69 nuovi codici tributo per i versamenti conseguenti ai controlli automatici del Fisco: le istruzioni per effettuare il pagamento parziale delle somme dovute.

Istituiti i codici tributo (>>scoprili tutti) per i pagamenti parziali dei contribuenti che ricevono dal Fisco un avviso che li informa degli errori commessi nelle dichiarazioni, sia materiali che di calcolo (deduzioni, detrazioni, crediti d’imposta), e risultanti dai controlli automatici effettuati sui dati contabili dichiarati.

I contribuenti possono versare spontaneamente le somme dovute utilizzando  i 69 nuovi codici tributo forniti dall’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 93/E del 10 ottobre, necessari per sanare le irregolarità versando solo una quota della somma complessiva indicata nella comunicazione.

>> Vai alle Risoluzioni dell’Agenzia delle Entrate

Il versamento deve essere eseguito mediante «modello F24 nel quale i codici istituiti sono esposti nella sezione “ERARIO”, esclusivamente in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a debito versati”, riportando anche, nei campi specificamente denominati, il codice atto e l’anno di riferimento (nella forma “AAAA”), reperibili all’interno della stessa comunicazione».

Accertamenti esecutivi: >> leggi come difendersi dal Fisco

Nella tabella riassuntiva dell’Agenzia accanto ad ogni gruppo di codici tributo per i versamenti ai sensi dell’articolo 36-bis del  D.P.R. n. 600/1973 c’è il codice di riferimento utilizzato per il versamento spontaneo.

Per consultare tutti i codici tributo scarica la risoluzione n. 93/E dell’Agenzia delle Entrate