Superbonus per lavori pre Covid

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Damiano chiede

Ho iniziato la ristrutturazione di un appartamento nel 2019 con relativa CILA e pratiche comunali. Dovrei concludere la ristrutturazione entro inizio 2021. La misurazione del miglioramento delle 2 classi energetiche può essere fatta partendo dalla Classe Energetica rilevata prima della ristrutturazione, ovvero a fine 2018?

Barbara Weisz risponde

Il miglioramento di due classi energetiche deve essere determinato dai lavori sui quali si applica l’incentivo. I quali devo rispettare i vari requisiti per l’Ecobonus potenziato, ovviamente. Nel suo caso, se la classe energetica 2018 era tale anche quando sono iniziati i lavori, ha diritto al Superbonus, ma esclusivamente per le spese sostenute a partire dal primo luglio 2020 (e fino al 31 dicembre 2021).

La norma non prevede ulteriori limitazioni, relative ad esempio alla data di inizio lavori, quindi non rileva che i lavori siano iniziati prima.

A sostegno di questa interpretazione (che comunque rispetta il tenore letterale della norma), c’è anche il chiarimento dell’Agenzia delle Entrate contenuto nella risposta 191/2020, che in realtà è relativa al bonus facciate ma che mi pare possa essere applicabile anche al Superbonus, in considerazione della motivazione data.

=> Superbonus al 110%: FAQ e casi particolari

Il Fisco specifica che sono ammesse al bonus facciate (introdotto a partire dal 2020) anche le spese sostenute quest’anno relative a lavori che in realtà erano iniziati nel 2019. E questo perchè la norma di riferimento utilizza la locuzione “spese documentate, sostenute nell’anno 2020” «senza altre condizioni volte a circoscrivere l’applicazione del “bonus facciate” alla data di avvio degli interventi».

L’articolo 119 del dl 34/2020, che introduce il Superbonus al 110%, utilizza la stessa formulazione, riferendosi alle spese «documentate e rimaste a carico del contribuente, sostenute dal primo luglio 2020 al 31 dicembre 2021». Quindi, direi che si applica la stessa interpretazione fornita per il bonus facciate, interpretazione che fra l’altro, come sottolineato in precedenza, risponde anche al tenore letterale della norma.