Bollo auto: condono e prescrizione

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Franco chiede

La Cassazione recentemente ha ribadito che il bollo auto non pagato, deve essere richiesto dalle Regioni entro e non oltre i 3 anni, pena la decadenza dello stesso, e che deve essere inserito dal Governo nel “Saldo e Stralcio”. C’è attinenza con la sentenza di cui al recente articolo di PMI.it?

Barbara Weisz risponde

Le confermo il termine triennale di prescrizione del bollo auto non pagato: tenga presente che la prescrizione scatta solo nel caso in cui durante questo lasso di tempo la Regione non abbia inviato alcun avviso di pagamento. Se invece le sono arrivati solleciti di pagamento, questi interrompono i termini di prescrizione, e quindi anche se sono passati tre anni, lei deve pagare il bollo auto.

Per quanto riguardala giurisprudenza, la sentenza di Cassazione a cui lei fa riferimento (11410/2019) non riguarda il saldo e stralcio, ma esclusivamente lo stralcio dei debiti fino a mille euro, che in effetti può riguardare anche il bollo auto.

Non perché questa imposta sia compresa nella pace fiscale, ma perché lo stralcio delle cartelle fino a mille euro, previsto dal dl 119/2018 e che è stato effettuato entro lo scorso 31 dicembre, riguarda tutte le cartelle esattoriali. Quindi, per intenderci, se lei aveva cartelle esattoriali emesse fra il 2000 e il 2010 (il periodo di riferimento per lo stralcio cartelle sotto i mille euro), di valore inferiore ai mille euro, relative al bollo auto, in effetti il debito dovrebbe essere stato automaticamente cancellato dal Fisco alla data dello scorso 31 dicembre.

=> Calcolo bollo auto: guida completa

L’articolo di PMI.it di cui lei parla, immagino sia quello relativo alla sentenza 122/2019 sulla competenza delle Regioni: si tratta di una sentenza della Corte Costituzionale che non riguarda gli aspetti in questione.