Multe e bolli esclusi dal saldo e stralcio

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Andrea chiede

Leggendo il modulo di adesione alla procedura di saldo e stralcio, mi pare di capire che si riferisca solo a cartelle inerenti debiti Inps, Irpef e Iva. Multe e bolli sarebbero dunque esclusi?

Barbara Weisz risponde

In effetti, le confermo che multe e bolli sono esclusi dal saldo e stralcio, che riguarda esclusivamente i debiti fiscali e quelli contributivi, come da lei correttamente rilevato. Lo prevede esplicitamente la norma,  contenuta nei commi 184 e 185 della manovra 2019 (legge 145/2018). Si possono sanare i debiti fiscali e contributi affidati all’agente della riscossione dal 2000 al 2017.

L’unica strada percorribile per regolarizzare bolli e multe è la rottamazione ter, che è meno favorevole del saldo e stralcio, perché non prevede le aliquote agevolate, ma le consente comunque di pagare solo la somma originaria, senza interessi di mora e sanzioni. Nel caso delle violazioni al codice della strada, che sono già delle sanzioni, non si pagano maggiorazioni e interessi.