Tratto dallo speciale:

Come sapere se si hanno debiti Equitalia

di Noemi Ricci

scritto il

Guida alla consultazione degli estratti dei ruoli Equitalia per scoprire se si ha un debito e verificare eventuali vizi di notifica delle cartelle di pagamento.

Controllare la propria situazione con il Fisco, per verificare ad esempio se si è dimenticati di pagare una cartella di pagamento Equitalia, o non si è proprio ricevuta per un vizio di notifica, è possibile chiedendo all’ente di riscossione un estratto di ruolo, ovvero un elenco dei debiti a proprio nome e a proprio carico.

L’estratto conto Equitalia può essere consultato anche direttamente online sul sito web dell’agente della riscossione così da verificare i propri debiti e il corretto recepimento di provvedimenti, ossia le procedure di sgravio di cartelle esattoriali, l’iter di annullamento multe, tributi da pagare e così via.

Per visualizzare l’estratto conto Equitalia è semplice: basta collegarsi al sito di Equitalia e selezionare tra i “Servizi Online” disponibili in homepage la voce “Verifica la tua situazione – Estratto Conto”. L’accesso avviene tramite le credenziali (nome utente e password) fornite dall’Agenzia delle Entrate e/o dall’INPS.

=> Prescrizione cartelle esattoriali tasse e imposte: guida

Nell’estratto di ruolo sono presenti tutti i dati necessari per individuare la natura degli eventuali debiti, a partire dalle generalità del contribuente e il suo codice fiscale alla cartella di pagamento relativa al debito con la sua data di notifica, nonché il tributo, le sanzioni, gli interessi e le spese di notifica che compongono il totale del debito a carico del contribuente.

Entro cinque anni dalla notifica il contribuente ha diritto ad ottenere, se la richiede, una copia della stessa cartella di pagamento notificata, essendo l’agente della riscossione obbligato per legge a conservarle per cinque anni.

=> Cartella di pagamento: ruolo, notifica, impugnazione

In caso di mancata ricezione della cartella di pagamento Equitalia, il vizio di notifica deve essere accertato dal giudice, altrimenti si rischiano comunque pignoramenti, fermi amministrativi o iscrizioni di ipoteca da parte di Equitalia. Dunque nel caso in cui nell’estratto di ruolo sia presente una cartella mai ricevuta, questa va impugnata chiedendo al giudice l’annullamento per vizio di notifica della cartella di cui si è venuti a conoscenza per mezzo dell’estratto di ruolo, un mezzo di informazione che non può ovviamente sostituire la regolare notifica della cartella di pagamento.

.

I Video di PMI

Pace fiscale: aliquote saldo e stralcio