Aiuti Covid da restituire: istruzioni di compilazione F24

di Redazione PMI.it

scritto il

Istruzioni e codici tributo per la restituzione con modello F24 Elide degli aiuti Covid eccedenti il massimale rispetto ai tetti UE sugli aiuti di Stato.

Le imprese che hanno preso aiuti Covid ma poi hanno superato i massimali previsti dalla regolamentazione UE sugli aiuti di stato, devono procedere alla restituzione, utilizzando i codici tributo predisposti dall’Agenzia delle Entrate con la Risoluzione 35/2022 assieme alle istruzioni per la compilazione del modello F24.

Recupero aiuti Covid con F24

Il provvedimento fa riferimento al decreto ministeriale dell’Economia dell’11 dicembre 2021, in caso di superamento dei tetti massimi stabiliti dal Temporary Framework, l’importo dell’aiuto eccedente è volontariamente restituito dal beneficiario, comprensivo degli interessi di recupero.

Modalità e termini di restituzione volontaria erano già state comunicate con provvedimento dell’Agenzia delle Entrate del 27 aprile 2022, con cui è stato anche istituito l’obbligo di comunicazione degli importi ricevuti (in veste di ristori e altri aiuti Covid), compilando l’apposito modello di dichiarazione.

Codici tributo per le eccedenze

Il nuovo documento di prassi istituisce i seguenti codici tributo, da riportare nel modello F24 Elide:

  • 8174” denominato “Temporary framework – restituzione volontaria degli aiuti eccedenti il massimale spettante – CAPITALE – art. 4 DM 11 dicembre 2021”;
  • 8175” denominato “Temporary framework – restituzione volontaria degli aiuti eccedenti il massimale spettante – INTERESSI – art. 4 DM 11 dicembre 2021”.

Questi codici tributo sono esposti in corrispondenza delle somme inserite nella colonna “importi a debito versati”. Ecco come si compilano le diverse sezioni del modulo.

Compilazione Modello F24 Elide

Nella sezione Contribuente si indicano il codice fiscale e i dati anagrafici del soggetto tenuto al versamento nei campi “codice fiscale” e “dati anagrafici”.

nella sezione Erario ed altro vanno indicati:

  • nel campo “tipo”, la lettera “R”;
  • nel campo “elementi identificativi”, il “codice aiuto” della singola misura agevolativa indicato nella “Tabella aiuti” presente nelle istruzioni al modello di autodichiarazione dei requisiti Temporary Framework;
  • nel campo “codice”, uno dei codici tributo istituiti con la presente risoluzione;
  • nel campo “anno di riferimento”, l’anno in cui è stato riconosciuto l’aiuto, nel formato “AAAA”;
  • nel campo “importi a debito versati”, l’importo dell’aiuto da restituire, ovvero l’importo degli interessi, in base al codice tributo indicato.