Spesometro, scadenze e invio dati fatture

di LavoroImpresa

scritto il

Due scadenze (semestrali) nel 2017 e quattro scadenze (trimestrali) a partire dal 2018. È questo, in sintesi, il calendario delle scadenze del nuovo spesometro recentemente introdotto dal Dl 193/2016 convertito, con modificazioni, dalla legge 1 dicembre 2016, n. 225. L’adempimento è per tutti i soggetti passivi ai quali è fatto obbligo di trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati delle fatture emesse nel trimestre di riferimento e di quelle ricevute e registrate.

L’articolo 4 del Decreto Legge 22/10/2016, n. 193 ha interamente riscritto l’articolo 21 del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78 dando vita a un nuovo spesometro che prevede, in riferimento alle operazioni rilevanti ai fini dell’imposta sul valore aggiunto effettuate, la trasmissione da parte dei soggetti passivi all’Agenzia delle Entrate dei dati di tutte le fatture emesse nel trimestre di riferimento e di quelle ricevute e registrate ai sensi dell’articolo 25 del DPR 26 ottobre 1972, n. 633, comprese le bollette doganali, nonché i dati delle relative variazioni.

La trasmissione avviene telematicamente entro l’ultimo giorno del secondo mese successivo ad ogni trimestre. È stabilito, tuttavia, che la comunicazione relativa al secondo trimestre deve essere effettuata entro il 16 settembre mentre quella relativa all’ultimo trimestre entro il mese di febbraio dell’anno successivo.

Durante il processo di conversione in legge è stato stabilito che per il primo anno di applicazione dello spesometro la comunicazione relativa al primo semestre deve essere effettuata entro il 25 luglio 2017. Inoltre il Dl Milleproroghe, nel momento in cui si scrive all’esame del Parlamento, dovrebbe ulteriormente ritoccare le date di scadenza prevedendo la presentazione del primo semestre alla data del 16 settembre mentre quella del secondo semestre entro il 28 febbraio 2018.

Pertanto, alla luce delle ultime novità, ai fini dello spesometro sono previste due scadenze per la trasmissione dei dati relativi al 2017:

  • I semestre: 16 settembre 2017;
  • II semestre: 28 febbraio 2018.

A partire dal prossimo anno le scadenze previste per la trasmissione dai dati ai fini del nuovo spesometro diventano quattro:

  • I trimestre: 31 maggio;
  • II trimestre: 16 settembre;
  • III trimestre: 30 novembre;
  • IV trimestre: ultimo giorno del mese di febbraio dell’anno successivo.

I Video di PMI

Aumento IVA: la clausola di salvaguardia