CUD 2013: entro 28 febbraio consegna ai lavoratori

di LavoroImpresa

scritto il

Con l'arrivo del mese di febbraio si comincia ufficialmente a parlare di dichiarazione dei redditi. Entro fine mese, infatti, i sostituti d'imposta devono rilasciare il Cud 2013 ossia il documento di certificazione unica dei redditi. Nel documento dovranno essere indicati i dati fiscali e contributivi dei lavoratori relativi allo scorso anno.

=> Leggi cosa c’è da sapere sulle dichiarazione dei redditi

Quello di quest'anno, tra l'altro, presenta importanti novità  come ad esempio la sezione 3 dell'Inps che accoglie i dati contributivi previdenziali della gestione ex Inpdap, confluita dal 1° gennaio 2012 nell'Inps a seguito dell'abrogazione dell'Istituto di Previdenza dei dipendenti pubblici.

A metà  dello scorso mese di gennaio l'Agenzia delle Entrate ha licenziato il nuovo modello del Cud 2013 che, dopo essere stato opportunamente compilato dal datore di lavoro, deve essere consegnato a ciascun lavoratore dipendente e ai collaboratori. Il documento riassume i dati fiscali e contributivi relativi alle retribuzioni e ai compensi erogati nel corso del 2012 e deve essere consegnato entro il 28 febbraio 2013 ovvero, in caso di cessazione di rapporto di lavoro, entro 12 giorni dalla richiesta del lavoratore. La consegna del Cud può avvenire anche in formato elettronico purché sia garantita al lavoratore la possibilità  di entrarne in disponibilità  e di materializzarla per i successivi adempimenti.

L'importo complessivo di contributi trattenuti dal sostituto d'imposta ai lavoratori subordinati deve essere indicato al punto 6 della Sezione 1 mentre per i collaboratori deve essere indicato al punto 11 della Sezione 2.

Da quest'anno, a seguito delle modifiche introdotte dalla Legge 214/2011 di conversione al dl 201/2011 ossia la cosiddetta manovra Salva-Italia (<= Leggi i dettagli) che ha disposto la soppressione dell'Inpdap e ha trasferito le funzioni all'Inps, il Cud certifica anche i redditi imponibili e i contributi afferenti alle gestioni ex Inpdap. Si potranno, pertanto, riscontrare i totali imponibili ai fini pensionistici Tfs, Tfr, Gestione credito, Enpdep, Enam e i relativi contributi trattenuti e dovuti per il lavoratore dipendente relativamente all'anno 2012.

Infine nel Cud 2013 viene evidenziata l'agevolazione introdotta e prorogata nel 2011 relativa all'imposta sostitutiva sulle somme legate alla produttività  e all'efficienza aziendale del settore privato.

I Video di PMI

Guida alle Agevolazioni fiscali per persone con disabilità