Autoliquidazione premi INAIL 2012: attenzione alle scadenze

di LavoroImpresa

scritto il

Importanti novità  quest'anno per l'autoliquidazione dei premi INAIL. I i contribuenti, infatti, dovranno far fronte ad un doppio appuntamento: il 16 febbraio per il pagamento dei premi assicurativi e il 16 marzo per la denuncia online delle retribuzioni.
Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Pochi giorni ancora per l'autoliquidazione INAIL 2011/2012, appuntamento annuale che coinvolge numerose aziende. Si tratta, in pratica, di un appuntamento che permette di pareggiare i conti con l’INAIL in merito alle assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali di dipendenti e collaboratori.

Le aziende dovranno pertanto denunciare, per ogni posizione assicurativa di propria competenza, le retribuzioni dell'anno 2011 relative ai soggetti assicurati; determinare, sulla base delle retribuzioni denunciate, l'importo della regolazione del premio per il 2011; calcolare l'importo della rata anticipata relativa al 2012; pagare, con un unico versamento, il premio derivante dai suddetti calcoli. Esemplificando si dovranno versare a titolo di saldo 2011 e acconto 2012 i premi assicurativi INAIL.

A partire da quest'anno, tuttavia, c'è una grossa novità  rappresentata dai servizi telematici. Le imprese, infatti, dovranno fare i conti con una serie di servizi Web che permetteranno la comunicazione con l'Istituto. In particolare da quest'anno la dichiarazione delle retribuzioni deve essere presentata per via telematica tramite i servizi “Invio Telematico Dichiarazioni Salari”, “Alpi on line” o “Autoliquidazione on line” tutti accessibili dal sito Web dell'INAIL .
Il termine ultimo per la presentazione delle dichiarazioni retributive è fissato al 16 marzo. Attenzione, però, perché il pagamento dei premi ha una scadenza ben più immediata ossia il 16 febbraio.

Ricapitolando: il 16 febbraio scade il pagamento della rata di premio anticipato per l'anno 2012 e il conguaglio relativo al 2011; c'è tempo fino al 16 marzo per presentare, esclusivamente in via telematica, la denuncia delle retribuzioni.