Unico 2013: le scadenze da segnare in agenda

di LavoroImpresa

scritto il

I contribuenti che per la presentazione della dichiarazione dei redditi si avvalgono del modello Unico devono versare le imposte risultanti dalla dichiarazione entro determinati termini. Approfondiamo l'argomento legato alla presentazione del modello Unico evidenziandone le principali scadenze.

=> Leggi di più sulla dichiarazione dei redditi

Quando si parla di versamento delle imposte sui redditi si fa solitamente riferimento al pagamento del saldo delle imposte relative all'anno oggetto della dichiarazione e all'acconto per l'anno successivo. A seconda dell'importo il versamento va fatto in soluzione unica ovvero in due rate.

Il saldo che risulta da Unico Pf e l'eventuale prima rata di acconto devono essere versati entro il 16 giugno dell'anno in cui si presenta la dichiarazione ovvero entro i successivi 30 giorni pagando una maggiorazione dello 0,40%. La scadenza per l'eventuale seconda o unica rata di acconto è invece fissato al 30 novembre.

=> Leggi le novità  di quest’anno del modello Unico

L'acconto Irpef è dovuto qualora l'imposta dichiarata nell'anno in corso al netto delle detrazioni, dei crediti d'imposta delle ritenute e delle eccedenze, sia superiore a 51,65 euro. E' calcolato nella misura del 99% dell'imposta dichiarata nell'anno e va versato in soluzione unica entro il 30 novembre se non superiore a euro 257,52 ovvero in due rate – rispettivamente entro il 16 giugno pari al 40% dell'acconto ed entro il 30 novembre pari al 60% acconto – se il totale acconto è pari o superiore a euro 257,52.

Il saldo e la prima rata di acconto possono essere versati in rate mensili (l'acconto di novembre deve essere pagato in unica soluzione). In ogni caso, il versamento rateale deve essere completato entro il mese di novembre.

Le scadenze di quest'anno, poiché le date fissate dalla normativa coincidono con il sabato e la domenica, sono fissate al 17 giugno per il saldo e il primo acconto e al 2 dicembre per il secondo o unico acconto.