Ridurre il budget IT preservando la qualità: consigli Microsoft

di Noemi Ricci

scritto il

Il presidente della Server and Tools Business di Microsoft, Bob Muglia, presenta la sua ricetta per ridurre i costi IT senza comprometterne la qualità: fare di più con quello che si ha a disposizione


Fare di più con la dotazione IT di cui si dispone
: questa la ricetta di Bob Muglia, presidente della divisione Server and Tools Business di Microsoft. Così, le imprese di ogni dimensione potranno o contenere i costi IT in tempo di crisi.

Alla luce dell’attuale congiuntura, piccoli imprenditori e responsabili IT di azienda si sono trovati di fronte al dilemma: come ridurre le spese senza sacrificarequalità del servizio nè la compertitiità rispetto ai concorrenti?

Spesso la soluzione adottata ha portato a puntare sulle risorse IT esistenti, limitando gli acquisti di nuove tecnologie. Ma altre volte è meglio ricalibrare i budget e investire in soluzioni IT in grado di offrire risparmi nel lungo periodo.

In questo contesto Microsoft si sta adoperando per offrire alle Pmi soluzioni innovative che aiutino le aziende a prosperare anche facendo economia: sistemi operativi e soluzioni server più efficaci per migliorare la produttività, virtualizzazione e cloud computing per ottimizzare, suite di sicurezza per proteggere gli investimenti.

La virtualizzazione dei datacenter, ad esempio, dovrebbe essere una garanzia di risparmio nel tempo, offrendo al contempo una distribuzione più veloce delle risorse e l’automazione dei processi IT.

Importante anche mantenere una prospettiva a lungo termine nella scelta dei server software e relativi aggiornamenti: il punto non è quanto costa la piattaforma ma quanto costerà all’azienda anno dopo anno e qualigaranzie di supporto e assistenza fornisce.

A questo proposito, la casa di redmond ha recentemente rilasciato i risultati dello studio sugli effetti che la scelta del datacenter potrebbe avere sui costi delle operazioni IT. Lo studio mostra che le imprese possono realizzare risparmi immediati semplicemente utilizzando i propri datacenter in modo più efficiente.

L’indagine ha rilevato 31 best practise per i sistemi di gestione, tra cui: software imaging, backup automatico, distribuzione automatizzata dei processi, gestione gerarchica di archiviazione e server clustering.

Queste soluzioni possono portare a notevoli risparmi e ad un miglioramento dei livelli di servizio anche per le piccole e medie imprese, ma ad oggi vengono ancora adottate in scarsa misura.

I Video di PMI

Ambizione Italia: il progetto Microsoft