Tratto dallo speciale:

Un alleato per le imprese italiane che vogliono esportare

di Redazione PMI.it

scritto il

Le PMI esportatrici certificate sono più produttive: alla luce dei dati, la vision di Filippo Trifiletti, Direttore Generale di Accredia.

Mai come in questo momento l’export assume un’importanza fondamentale per aiutare la ripresa del nostro Paese. E in questo contesto, un utile alleato delle imprese è rappresentato dalla certificazione accreditata, rilasciata cioè da Organismi e Laboratori nei confronti dei quali Accredia, l’Ente unico nazionale di accreditamento, verifica la competenza, l’indipendenza e l’imparzialità.

Il Rapporto ISTAT sulla competitività dei settori produttivi 2020 ha evidenziato che le imprese esportatrici certificate, del settore manifatturiero, sono più produttive in media del 17% rispetto a quelle non certificate. Secondo lo studio, la produttività, intesa come valore aggiunto per addetto, cresce al diminuire della dimensione aziendale: per le microimprese la differenza di produttività è di 18,8 punti, per le piccole il differenziale è di 11,9, che diventa di 4,5 punti per le medie imprese e di 1,4 punti per le grandi imprese.

Nel Rapporto viene sottolineato come sia fondamentale, nel commercio internazionale, avere standard condivisi che garantiscano la compatibilità dei beni e servizi scambiati. Lo strumento migliore per verificare il rispetto di tali standard sono appunto le valutazioni di conformità accreditate, ossia l’insieme di certificazioni, ispezioni, prove di laboratorio e taratura emesse da Organismi di certificazione e ispezione e da Laboratori di prova e taratura accreditati da Accredia. Proprio grazie alle garanzie fornite dall’accreditamento, le valutazioni di conformità diventano uno strumento valido e credibile su scala globale, verso il mercato e le istituzioni, per assicurare il rispetto delle norme previste.

=> Patto per l'Export: rilancio del Made in Italy al via

Lo studio

Le analisi condotte dall’ISTAT, in collaborazione con Accredia, hanno preso in esame le certificazioni dei sistemi di gestione, quale strumento volontario in grado di assicurare i mercati sulla qualità dei prodotti e servizi. Nel 2017 le imprese esportatrici in possesso di certificazione accreditata per i sistemi di gestione sono state 19.235, il 15,3% del totale. Esse hanno prodotto un valore di export di 224,3 miliardi di euro, pari al 53,5% del totale, occupando quasi 2 milioni di persone (48,8%).

Il settore manifatturiero è quello dove sono più diffuse le certificazioni accreditate (13.900 imprese sul totale di 19.235), poiché la tutela della qualità e della sicurezza dei prodotti, nelle diverse fasi di produzione, sono maggiormente rilevanti. Dal punto di vista settoriale, la certificazione accreditata di un sistema di gestione è più diffusa nella metallurgia, nella fabbricazione di macchinari e apparecchiature e in quella di articoli in gomma e materie plastiche.

Sono le imprese esportatrici più grandi a ricorrere alla certificazione accreditata (il 56,5% di quelle con 500 addetti), ma le PMI quelle che ne beneficerebbero di più, poiché il mutuo riconoscimento delle certificazioni accreditate facilita la partecipazione alle catene del valore internazionale, riducendo i costi di trasporto e alleggerendo l’effort economico dell’internazionalizzazione.

Come pure ha dimostrato l’Osservatorio Accredia “Commercio internazionale, il valore dell’accreditamento e della normazione”, realizzato con la collaborazione di docenti del Politecnico di Milano e dell’Università Roma Tre, la certificazione accreditata rappresenta un vero e proprio passaporto per l’export, che facilita la circolazione di prodotti e servizi sicuri e di qualità, favorisce produttività e reputazione delle imprese stesse e alimenta la fiducia di aziende partner e consumatori.

In una fase economica delicata come quella che stiamo vivendo, diventa quindi ancor più strategico puntare su questo strumento.

___________

Di Filippo Trifiletti, Direttore Generale di Accredia

 

I Video di PMI

Internazionalizzazione: strategie per PMI