PayPal: e-commerce leva strategica per le PMI

di Redazione PMI.it

scritto il

Commercio elettronico, strategico per le PMI nelle aree rurali: l'approfondimento di Michele Simone, Head of SMB & Partners di PayPal Italia.

Oggi le piccole e medie imprese europee hanno un ruolo centrale nell’economia. Aumentano l’occupazione, stimolano la crescita e contribuiscono allo sviluppo delle comunità.

Le PMI nell’Unione europea rappresentano il 99% di tutte le imprese e impiegano due terzi della forza lavoro. Negli ultimi cinque anni hanno creato circa l’85% dei nuovi posti di lavoro e offerto un percorso verso la prosperità a milioni di famiglie. Le PMI sono il motore che alimenta la crescita nella UE contribuendo al 57% del valore aggiunto complessivo, e i paesi dell’UE con una maggior prevalenza di PMI sperimentano una crescita economica più elevata.

Le PMI a crescita elevata sono in aumento (il 9% di tutte le imprese) grazie alla maggiore disponibilità di incentivi per l’imprenditoria e le start-up, con la tendenza a superare le grandi aziende, con un tasso di creazione netta di posti di lavoro più alto rispetto alle grandi imprese. Le PMI attive a livello internazionale nell’UE crescono più del doppio rispetto a quelle che effettuano vendite esclusivamente nel proprio mercato interno.

La crescita del commercio elettronico offre agli imprenditori maggiori opportunità per espandersi nell’Unione europea e a livello mondiale. Resta tuttavia un potenziale ancora non sfruttato per le piccole imprese, in quanto continuano a esistere ostacoli per la completa espansione globale.

La digitalizzazione sta democratizzando il commercio e cambiando le regole del gioco rispetto a chi può operare nel commercio internazionale. Internet consente alle PMI di qualsiasi dimensione di accedere a oltre 4,1 miliardi di clienti da ogni angolo del globo.

Dispositivi mobili e shopping online eliminano i confini e riducono le barriere geografiche tra commerciante e consumatore, creando un’opportunità unica per le PMI, in grado di raggiungere clienti, indipendentemente dalla loro dimensione o sede.

Una recente ricerca Ipsos commissionata da PayPal ha rilevato che, nel 2017 gli acquirenti statunitensi hanno speso 12,5 miliardi di dollari in esportazioni dal Regno Unito. Inoltre, secondo McKinsey, il commercio da dispositivi mobile ha rappresentato il 48% delle vendite e-commerce a livello globale nel 2017 e si prevede che raggiungerà il 70% entro il 2022 (triplicando il proprio valore fino a 4,6 trilioni di dollari).

Abbiamo scoperto che le piccole aziende che effettuano vendite su più canali con PayPal crescono al doppio della velocità rispetto a quelle che vendono i propri prodotti in un solo mercato e che i commercianti che utilizzano PayPal per le vendite su più canali già registrano un tasso di crescita quasi tre volte superiore a quelli che vendono in un solo mercato.

 Se queste tendenze riguardano le aziende di ogni tipo e dimensione, le sfide sono particolarmente impegnative per le PMI, che faticano a competere in un mercato complesso e sempre più consolidato. Anche se le piccole e medie imprese rappresentano da tempo la base delle economie di tutto il mondo, contribuendo alla crescita economica, alla diversità e al benessere complessivo delle comunità, sono scarsamente servite dal sistema finanziario tradizionale.

Le PMI desiderano un partner che possa aiutarle a partecipare con successo a un ecosistema che porta sempre più persone nell’economia globale. Le piccole e medie imprese che utilizzano PayPal hanno maggiori probabilità di esportare rispetto a quelle che si affidano a strumenti tradizionali.

L’84% dei commercianti PayPal nell’Unione europea ha effettuato esportazioni nel 2017 (rispetto al 25% di tutte le PMI con sede nella UE). Le piccole imprese che riscuotono pagamenti e supportano le proprie operazioni commerciali con PayPal stanno crescendo più rapidamente rispetto alle aziende che non utilizzano PayPal. Inoltre, gli esportatori che usano PayPal registrano tassi di crescita più rapidi rispetto alle tradizionali aziende offline.

Le aziende che vendono all’estero con PayPal sono cresciute a un tasso del 14,3% nel 2017, rispetto ad appena il 2% di crescita delle aziende che operano offline in Europa. Inoltre, PayPal aiuta le PMI a commerciare in tutto il mondo. I commercianti che esportano utilizzando PayPal hanno effettuato quasi la metà (41,4%) delle vendite internazionali in paesi extra-UE, mentre il 58% delle esportazioni è all’interno dell’UE. Al contrario, solo il 28% degli esportatori tradizionali tra le PMI nell’Unione europea ha effettuato vendite in un paese al di fuori del mercato interno europeo.

Inoltre, gli strumenti digitali come PayPal supportano la crescita delle PMI, indipendentemente da dove si trovino: i commercianti PayPal che risiedono in aree urbane sono cresciuti a tassi molto simili (14%) a quelli dei commercianti che utilizzano PayPal nelle zone rurali (12%).

Le nostre soluzioni end-to-end offrono ai commercianti l’accesso al mondo digitale e l’opportunità di contribuire a un ecosistema globale: una nuova generazione di aziende sta ridefinendo il futuro del commercio e cresce a un ritmo esponenziale. Identificare il giusto set di strumenti e tecnologie è fondamentale per supportare un gruppo diversificato di attività e mantenere un sistema equilibrato.

______

Articolo di Michele Simone, Head of SMB & Partners di PayPal Italia.