Assicurazioni digitali e on demand: stato dell’arte in Italia

di Redazione PMI.it

scritto il

Focus sul rapporto tra gli italiani e le polizze assicurative digitali e on demand, molto apprezzate ma ancora poco diffuse.

Circa la metà degli italiani pensa che attivare assicurazioni per coprire i rischi delle attività fuori casa sia una decisione saggia e civile, tuttavia la stragrande maggioranza ha acquistato solo una polizza RC Auto, l’assicurazione obbligatoria per tutti gli automobilisti.

A fare luce sulle abitudini e sulle preferenze degli italiani in tema di assicurazioni è l’Italian Insurtech Association, che nel report dedicato al “Consumatore digitale” punta a illustrare come evolve la propensione verso l’offerta assicurativa focalizzando l’attenzione sulle polizze digitali e sulle assicurazioni on demand.

Il 78% del campione intervistato conosce le polizze digitali, sebbene il 31% degli interpellati non le abbia ancora acquistate. Il 47% di chi ha acquistato una polizza nell’ultimo anno ha optato per una polizza digitale e a stupire è indubbiamente il livello di soddisfazione in merito, pari al 93%.

I sottoscrittori di polizze digitali, infatti, mostrano un elevato apprezzamento di tutti gli aspetti legati all’esperienza online: prezzi più bassi rispetto all’agenzia, possibilità di gestire la polizza online in autonomia, gestione della pratica dal proprio smartphone, facilità e velocità di utilizzo e acquisto, possibilità di attivare la polizza solo quando serve e di personalizzare il prodotto a seconda delle esigenze individuali.

Lato polizze on demand, invece, l’impatto del Covid è stato evidente soprattutto sulle polizze viaggi, tanto che molti italiani desiderano maggior protezione per via degli eventi legati alla pandemia.

Se il 48% del campione non conosce le polizze on demand, queste rimangono sconosciute a circa un italiano su due sebbene ne vengano riconosciuti la comodità e il risparmio. Per quanto riguarda le varie tipologie di polizze acquistate, l’assicurazione sulla casa è il prodotto più sottoscritto dopo la RC Auto, seguita da quelle per infortuni e viaggi. Ecco la classifica completa: