Manifesto per l’Italia Digitale presentato ad OMAT

di Francesca Vinciarelli

scritto il

In occasione dell’edizione 2013 di OMAT, la mostra convegno italiana dedicata alla gestione delle informazioni digitali e dei processi aziendali, verrà presentato il Manifesto per l’Italia Digitale, per l’innovazione del Paese.

Con l’edizione 2013 di OMAT arriva anche il Manifesto per l’Italia Digitale, un’iniziativa per favorire lo sviluppo di un quadro normativo più adatto alla situazione di crisi che stiamo vivendo in questo periodo.

OMAT è la mostra-convegno nazionale di riferimento per la gestione delle informazioni digitali e dei processi aziendali, che in questo caso vuole agevolare l’attività di imprese e amministrazioni fornendo delle indicazioni di carattere normativo.

OMAT 2013: il Digitale per rilanciare il Business

Il Manifesto per l’Italia digitale nasce da un’idea del Professor Benedetto Santacroce, sostenuta da numerose personalità di primo piano nell’ambito della digitalizzazione, e vuole rappresentare uno strumento di aggregazione per tutti coloro che vogliono contribuire all’innovazione del Paese, anche oltre i confini nazionali.

Nello specifico, il Manifesto verrà presentato per la prima volta nel corso della conferenza plenaria di apertura (17 aprile) e approfondito nella conferenza “Applicazioni e testimonianze – gestire in modo intelligente, proficuo e sicuro le informazioni aziendali”.

Anche quest’anno le iniziative e i workshop OMAT saranno realizzati secondo tre tagli differenti, per venire incontro a tutta la platea di partecipanti.

=>OMAT Milano 2013: PMI pronte per la rivoluzione digitale

In particolare, il “taglio business oriented” sarà rivolto al top management, il “taglio tecnologico” ai responsabili dei sistemi, non solo IT, mentre il “taglio colloquiale” sarà dedicato per avvicinare al digitale l’imprenditore di realtà medio-piccole.