Lenovo entra nel mercato dei server

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Lenovo, famosa per i suoi portatili della serie ThinkPad, entra nel mercato dei server x86 con cinque sistemi ThinkServer pensati espressamente per le piccole e medie aziende

Lenovo, dopo aver aggiornato ed espanso la sua linea di computer desktop e notebook, punta sul mercato dei server x86 con cinque prodotti della nuova linea ThinkServer. Si tratta di soluzioni mirate espressamente alle piccole e medie aziende con un budget limitato da dedicare al comparto IT.

La nuova linea sarà mostrata per la prima volta il 16 settembre al 2008 Interop di New York, mentre i singoli prodotti entreranno in distribuzione il 30 settembre, con prezzi che partono dai 749 dollari.

La linea ThinkServer è venuta alla luce grazie ad un accordo con IBM, la quale ha permesso a Lenovo di accedere alle sue proprietà intellettuali; si tratta di una cooperazione nata in occasione dell’acquisto da parte di Lenovo della Personal Computer Division di Big Blue, compresi i marchi ThinkPad per i notebook e ThinkCentre per i computer desktop.

L’entrata nel mondo dei server appare come una mossa per estendere la presenza all’interno del mercato enterprise, ove sono già presenti molti Pc della serie ThinkPad e ThinkCentre.

Il mercato dei server è però attualmente in mano ad aziende del calibro di Hewlett-Packard e Dell, senza contare la stessa IBM. Lenovo pensa di poter caratterizzare la sua linea grazie al software EasySetup, in grado di configurare, gestire e aggiornare le macchine nella maniera più semplice possibile, limitando le spese del comparto IT.

La serie ThinkServer comprende due sistemi SMB, il ThinkServer TS100 (modello tower) e RS100 (versione rack-mount) e tre sistemi per il midmarket, il ThinkServer RD120, ilTD100 con CPU Xeon quad-core E5400 e 46Gb di RAM, ThinkServer TD100x e un altro sistema tower con caratteristiche molto simili al precedente.