Antivirus: mercato in difficoltà

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Le società produttrici di software antivirus faticano sempre più a contrastare il dilagare dei malware. Diventa necessario adottare ulteriori soluzioni per garantire la sicurezza

Da una recente analisi condotta da Brian Krebs del Washingtonpost, le società produttrici di software antivirus starebbero riscontrando difficoltà sempre maggiori nel contrastare il crescente dilagare delle minacce informatiche.

Ne conseguirebbe, quindi, la necessità per le aziende di adottare misure sempre più sofisticate atte a garantire la sicurezza dei propri dati, senza fare affidamento solamente sui programmi antivirus.

Secondo AV Test Labs, sono stati rilasciati sul Web lo scorso anno circa 5,5 milioni di programmi malevoli, tanto che le compagnie produttrici di antivirus sono attualmente costrette ad analizzare 15-20.000 nuove potenziali minacce ogni giorno, quattro volte il volume riscontrato nel 2006 e quindici volte i valori registrati nel 2005.

Se da un lato i programmi per contrastare le minacce sono divenuti sempre più sofisticati, dall’altro i malware sono divenuti in grado di infettare i computer in maniera sempre più sofisticata, con il risultato che il numero di virus in grado di sfuggire al controllo degli antivirus risulta sempre maggiore, assieme all’incremento dei falsi positivi.

Gli esperti invitano quindi ad adottare misure di sicurezza ulteriori quali l’adozione di un buon firewall e l’aggiornamento costante del sistema operativo nonché del software di terze parti, in particolare i programmi atti alla visualizzazione di documenti e file audio/video.

La misura più estrema ma pur sempre efficace è rappresentata dalla reinstallazione del sistema operativo, operazione sicuramente scomoda ma non eccessivamente distruttiva per le aziende, le quali tengono tutti i dati separati dai computer che contengono il sistema operativo.