Equo e solidale, un business profittevole

di Teresa Barone

scritto il

Cresce il commercio equo e solidale, un business profittevole che può essere trainato da leggi ad hoc: Lombardia, caso di eccellenza.

La Lombardia registra dinamiche positive nel commercio equo e solidale, con 81 organizzazioni attive in questo settore e non meno di 139 punti vendita, per un fatturato complessivo che supera i 16 milioni di euro. Sono cifre emerse dallo studio a cura di Altreconomia per la Regione Lombardia. L’indagine rivela come la spesa regionale in prodotti del fair trade sia pari a circa 60 milioni di euro.

Le organizzazioni attive nel commercio equo e solidale sono prevalentemente associazioni di volontariato o cooperative e ammontano a 12mila i soci e a 2400 i volontari impegnati.

Proprio in Lombardia, il 30 aprile 2015, è stata approvata una legge specifica per il comparto: “Riconoscimento e sostegno delle organizzazioni di commercio equo e solidale”. La normativa si propone di sostenere i prodotti del commercio equo sul territorio e di promuovere bandi volti a incentivare questo tipo di attività.

È sempre la Regione, infine, ad aver promosso la ricerca finalizzata a coglierne realtà, esigenze e trend di sviluppo.