E-commerce B2B più sicuro su blockchain

di Noemi Ricci

scritto il

Come dare sicurezza al e-commerce B2B semplificando lo scambio, la condivisione di documenti tra aziende ed evitando le truffe online grazie alla blockchain.

Si chiama Commerc.io, la prima piattaforma di e-commerce B2B per scambiare documenti via blockchain dare più sicurezza al commercio B2B semplificando lo scambio, la condivisione di documenti tra aziende ed evitando le truffe online. Nato dall’idea dell’imprenditore vicentino, CEO e co-fondatore di Commerc.io, Enrico Talin, l’app si propone come una novità che promette di rivoluzionare il sistema di scambio di documenti tra le aziende quali ordini, conferme d’ordine e fatture, così da poter gestire agevolmente la vendita di beni e servizi tra aziende mediante una applicazione web semplice, sicura ed economica.

Commerc.io

L’idea che sta alla base dell’ambizioso progetto è quello di fornire alle imprese una piattaforma di e-commerce B2B semplice, che consenta loro di ridurre costi e tempi di ordine e consegna, aumentando i ricavi, il tutto al sicuro dalle truffe online, così da aiutare i clienti a superare la naturale diffidenza verso i sistemi tecnologici ed online per la gestione di dati sensibili e pagamenti.

La sicurezza dell’applicazione si basa una un sistema di crittografia dei documenti con un’app per firma digitale sulla blockchain, per poi autenticare digitalmente – ovvero tokenizzare – le fatture di vendita sulla stessa blockchain.

L’idea nasce, spiegano i fondatori, da una truffa:

Con un imprenditore che riceve una email con la quale un suo fidato fornitore chiede temporaneamente di mandare i fondi a un altro IBAN. Il fornitore, dopo qualche giorno, chiama per avere notizie sul bonifico e l’azienda scopre che la mail era falsa: per l’imprenditore sarebbe stato sicuramente più semplice fare business creando documenti in pdf e spedirli via mail, ma se avesse utilizzato un software di e-commerce B2B sulla blockchain oggi, forse, avrebbe più soldi.

Blockchain

Con il termine blockchain si intende un processo in cui un insieme di soggetti condivide risorse informatiche, un database virtuale di transazioni digitali in cui ogni partecipante ha una copia dei dati, ma per modificarle p necessario il consenso della maggioranza dei partecipanti. Dunque un sistema che vede alla base concetti quali: decentralizzazione, immutabilità e distribuzione. Non vi è alcuna autorità centrale o garante della sicurezza, ma questa viene garantita dalla stessa condivisione di dati, registrati e archiviati in modo crittografato.

Generalmente si sente parlare di blockchain con riferimento ai bitcoin, ma tale sistema può essere applicato anche in altri ambiti aziendali promettendo così da cambiare il modo

Il progetto

Un sistema ancora in evoluzione, per il quale i creatori stanno cercando investitori in ambito crowdfunding. Il progetto si articola su tre fasi:

  • la prima volta a semplificare, per distribuire una soluzione sul mercato che permetta l’accesso a un numero più grande di aziende di ogni dimensione;
  • la seconda fase sarà quella di proteggere identità e firma, con l’obiettivo di creare una doppia chiave digitale decentralizzata che darà accesso alla tecnologia della blockchain di Ethereum a 250 milioni di aziende in tutto il mondo. Il progetto si basa sull’InterPlanetary File System (Ipfs), il progetto open source elaborato per la blockchain, che permetterà di archiviare i dati, rimuovere le duplicazioni dei file, tracciarne la cronologia, memorizzare solo il contenuto che interessa ai nodi attraverso un metodo peer to peer. I file gestiti con Ipfs verranno poi linkati nella blockchain di Commerc.io;
  • la terza fase sarà quella della decentralizzazione, con la creazione di un ponte fra la blockchain “privata” di Commerc.io e la blockchain “pubblica” di Ethereum, con lo scopo di autenticare le fatture.