Donne: nel lavoro emergono per il self-control

di Noemi Ricci

scritto il

Le donne hanno insite nel proprio essere delle caratteristiche peculiari che permettono loro di ottenere risultati migliori in praticamente tutti i campi intellettuali, dal management, agli investimenti, alla politica.

Le donne riescono meglio degli uomini negli ambiti del management, degli investimenti e della politica. Lo sottolineano diverse ricerche, le quali spiegano i migliori risultati al femminile con la propensione delle donne ad assumere meno rischi rispetto ai colleghi maschi.

Un recente studio realizzato da Barclays Wealth e Ledbury Research («Risk and rules. The role of control in financial decision making») pone l’accento sulle tempistiche, evidenziando come una maggiore riflessione, le condotte meno reattive e la proattività siano la chiave per competere efficacemente.

Un atteggiamento che va di pari passo con la propensione alla raccolta continua di informazioni e all’auscultazione che permette di scegliere al meglio il piano d’azione da seguire.

L’aggressività tipica del mondo maschile nasconderebbe invece delle false sicurezze; sfidare i pericoli non sempre porta alla vittoria, anzi spesso essere ben consapevoli delle conseguenze che una decisione rischiosa può causare e la capacità di autocontrollarsi portano al successo.

Il diverso self-control tra uomini e donne è stato analizzato nello studio esaminando un campione di 2.000 investitori tra uomini e donne attivi in Europa, Nord America, Sud America, Medio Oriente e Asia-Pacifico e con a loro disposizione da un milione e mezzo a quasi dieci milioni di dollari.

Esperti in diritto, economia, finanza, business, management, psicologia delle maggiori università e centri di ricerca inglesi, americani, svizzeri e cinesi hanno redatto una serie di domande volte a ricostruire un ciclo di stati d’animo che va dallo scetticismo all’ottimismo, dall’eccitazione all’euforia, fino ad arrivare alll’ansia, alla disperazione e al panico.

Interessante il risultato, che rivela come, al contrario di quanto si sarebbe portati a pensare, è proprio la razionalità a tradire e a compromettere le capacità decisionali dell’investitore più delle emozioni. In generale le donne appaiono più caute, meno precipitose e aggressive e quindi più soddisfatte dei risultati ottenuti.

Un attegiamento insito nell’animo femminile che permetterebbe al gentil sesso di emergere oltre che nelle decisioni finanziarie anche nella gestione aziendale e nella politica.

______________________

ARTICOLI CORRELATI:

I Video di PMI

Quota 100: regole, pro e contro