Seat PG e Confcommercio per innovare le Pmi

di Tullio Matteo Fanti

scritto il

Il Protocollo d'Intesa siglato da Seat PG e Confcommercio punta sulle tecnologie digitali quali motore di crescita per le Pmi, in grado di colmare il gap con le realtà europee più evolute

Seat Pagine Gialle e Confcommercio siglano un Protocollo d’Intesa mirato a rafforzare la competitività delle Pmi italiane sul mercato italiano ed estero. Si tratta di un accordo strategico per lo sviluppo e la crescita delle Pmi, vera e riconosciuta colonna portante del sistema economico del nostro Paese.

Il protocollo prevede l’individuazione e la promozione di nuove forme di crescita e di sviluppo per le piccole e medie aziende, mettendo in primo piano l’utilizzo strategico delle tecnologie digitali.

Secondo Confcommercio infatti, il protocollo d’intesa prevede «la realizzazione di indagini mirate a comprendere sempre più approfonditamente le esigenze dei diversi segmenti di mercato in cui operano le imprese, interventi formativi sull’utilizzo delle tecnologie digitali e l’erogazione di consulenza, servizi e prodotti che soddisfino specifiche esigenze di clienti e associati».

Sarà compito di Seat PG fornire attraverso 180 Web Point una consulenza sull’utilizzo delle tecnologie digitali nelle aziende. Sfruttare al meglio tali risorse permette infatti di ottenere grossi benefici, che possono diventare motore propulsivo per gli affari delle Pmi e rappresentare strumenti chiave per ridurre il gap che ci separa da altre realtà europee più evolute.

«Questo accordo nasce con l’obiettivo condiviso di influire positivamente sullo sviluppo del sistema paese, attraverso il sostegno alle Pmi italiane», ha dichiarato l’a.d. di Seat Pg Alberto Cappellini. «Per le Pmi e le imprese dei servizi in particolare, che non si sono mai sottratte alle sfide per la modernizzazione l’innovazione, è certamente sinonimo di dura competizione ma, al tempo stesso, è anche un eccellente propellente per il conseguimento di maggiore produttività».