Tratto dallo speciale:

Assunzioni e annunci di Lavoro: diploma batte laurea

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Gli annunci di lavoro sembrano premiare chi è in possesso del solo diploma di scuola superiore, a discapito di chi possiede una laurea: i dati dell’ultimo rapporto Excelsior - Unioncamere.

Evolve il mercato del lavoro e di conseguenza anche i profili più richiesti dalle aziende, che oggi sembrano più interessate all’impiego di giovanissimi diplomati (43%) che di professionisti in possesso di un titolo universitario (8%), tanto che molti laureati hanno deciso di togliere dal proprio CV l’informazione relativa a questi studi.

È la sorprendente rivelazione dell’ultimo rapporto elaborato da Excelsior – Unioncamere sulle previsioni di assunzioni lavorative dell’ultimo trimestre, aprile – giugno 2013.

Scarica il Report Excelsior-Unioncamere

Annunci per diplomati

La crescita della ricerca di diplomati da parte delle imprese riguarda tanto gli impeghi stagionali (+3,9%: 38, 6% contro 42,5%) che per quelli non stagionali (passati dal 38,9% del 2012 al 43,9% del 2013) che riguardano soprattutto i settori dell’industria e dei servizi.

Annunci per laureati

Tra le lauree, quelle che hanno maggior probabilità di trovare subito un impiego ci sono quelle nel settore chimico-farmaceutico, medico-odontoiatrico e sanitario-paramedico.

=> Leggi tutti gli annunci di lavoro

Assunzioni per livello di istruzione

Altri annunci

C’è poi una buona fetta di assunzioni che riguarda coloro che non hanno alcuna formazione specifica, pari al 32% del totale di coloro che hanno trovato occupazione.

Coloro invece che possiedono delle qualifiche professionali specifiche hanno trovato lavoro nel 16% dei casi.

=> Leggi anche: 150mila posti vacanti

Per effetto delle nuove esigenze di mercato, quindi, aumenta il numero di laureati senza lavoro.

Di contro, è più incoraggiante il 43% dei diplomati per i quali le interviste realizzate tra gennaio e febbraio 2013 lasciavano prevedere l’ingresso nel mondo del lavoro nell’arco del periodo compreso tra aprile e giugno di quest’anno.

 

I Video di PMI

I contratti di lavoro dopo il Jobs Act