Aiuti alle imprenditrici umbre

di Marianna Di Iorio

scritto il

Il Consorzio Novaumbria ha emanato un bando per selezionare nuove imprese femminili cui erogare finanziamenti

Un’opportunità per l’imprenditoria femminile in Umbria: si tratta di un bando del Consorzio Novaumbria per selezionare nuove imprese cui erogare incentivi finalizzati al sostegno di progetti di impresa e di lavoro autonomo per le donne.

L’avviso è emanato nell’ambito della Misura E1 del POR Ob. 3 per la promozione della partecipazione femminile al mercato del lavoro. In particolare, la Misura E1 intende promuovere un’offerta di servizi mirati alla conciliazione tra la vita familiare e la vita lavorativa, sostenere specifici progetti integrati per la creazione di impresa e sviluppare misure favorevoli all’affermazione del principio delle pari opportunità. Il regime di aiuti si applica a tutti i settori, tranne quello agricolo e dell’industria carbonifera e siderurgica.

Consorzio Novaumbria rientra nell’ambito della Misura E1 in quanto si tratta di un organismo intermediario che gestisce la sovvenzione globale sia per questa Misura sia per la Misura D3 (sviluppo e consolidamento dell’imprenditorialità con priorità ai Nuovi Bacini d’Impiego).

Possono beneficiare del finanziamento:

  • le imprese che hanno sede legale e operativa in uno dei territori della Regione Umbria non ricompresi nelle zone Ob 2;
  • le imprese individuali dove il titolare è una donna;
  • le società di persone e le società cooperative dove il numero delle donne socie rappresenti almeno il 60%, indipendentemente dalle quote di capitale detenute;
  • le società di capitali dove le donne socie detengano almeno i due terzi delle quote di capitale e costituiscano almeno i due terzi del totale dei componenti dell’organo di amministrazione.

L’aiuto alle imprese è pari al 50% delle spese ammissibili sostenute. Tale aiuto non potrà essere erogato se, cumulato con tutti i finanziamenti ricevuti da qualsiasi autorità regionale, nazionale o comunitaria, al beneficiario sia stato concesso un importo superiore a 200 mila euro. Gli interessati potranno far pervenire la domanda entro il 7 marzo 2007.

I Video di PMI