Pmi campane alla conquista d’Europa

di Noemi Ricci

scritto il

Al via "Euro government", il progetto che porterà 15 imprese campane dell'ICT a stringere partenership con gli operatori dei Paesi target: Ungheria e Repubblica Ceca

Le imprese campane stanno già da tempo sperimentando un processo di innovazione ed internazionalizzazione che le ha portate ad essere il principale polo nel Mezzogiorno.

Negli ultimi tre anni l’ICT campano ha focalizzato i propri sforzi sui mercati esteri con significativi risultati, in particolar modo in quelli emergenti, su cui si sono registrate le crescite più considerevoli (150% nel 2007 in Asia).

&Egrave in questo contesto che si inserisce il nuovo progetto di internazionalizzazione promosso da Confcooperative Napoli in collaborazione con Unioncamere, finanziato dalla Misura 6.5 del Por Campania 2000/2006 e che partirà nel corso del mese: Euro Government.

Le iniziative progettuali promuovono partnership tra 15 imprese campane operanti nel settore ICT applicato all’e-Government e gli operatori dei cosiddetti Paesi target, ovvero Ungheria e Repubblica Ceca, che da tempo hanno avviato un piano d’azione per promuovere l’applicazione dell’ICT alla Pubblica Amministrazione.

Nel corso del mese, le Pmi campane coinvolte incontreranno a Praga e a Budapest gli operatori economici e istituzionali interessati a sviluppare rapporti di collaborazione.

Un supporto significativo all’attività promozionale presso i Paesi target sarà fornito dalla Rete Spint, attraverso la quale la Regione Campania mira a migliorare l’erogazione dei servizi alle Pmi, puntando proprio sull’ICT.

Euro-Government promuove dunque il sistema economico campano attraverso applicazioni tecnologiche e servizi per l’e-Government, con l’obiettivo di valorizzare le professionalità maturate dalle Pmi campane in contesti specialistici.