Le Pmi entrano in Europa

di Noemi Ricci

scritto il

Si chiama Enterprise Europe Network ed è un nuovo servizio comunitario di supporto per le Pmi che si affacciano sul mercato europeo

Le piccole e medie imprese potranno d’ora in poi contare su un servizio di supporto e consulenza, da parte dei centri di ricerca, università e agenzie per l’innovazione. L’obiettivo è quello di creare una sorta di “Rete europea delle imprese“ che possa aiutare nella comunicazione con l’esecutivo comunitario e quindi esercitare pressioni sulle decisioni prese dai vertici della Comunità Europea.

L’iniziativa, rivolta a imprenditori di aziende di ogni dimensione e settore, è stata lanciata dal responsabile comunitario dell’industria Gunter Verheugen e dal Presidente del Comitato delle regioni Luc Van den Brende.

Gli imprenditori potranno dire la loro in ambito Ue tramite il sito internet di riferimento.

La rete fornirà un aiuto concreto per riuscire a districarsi tra le normative e la burocrazia, anche in ambito comunitario, per poter cogliere e sfruttare al meglio le opportunità di sviluppo e i vantaggi offerti dal mercato europeo.

Le aziende avranno a loro disposizione 500 punti di contatto locali e circa 4.000 esperti in grado di guidarli nella scelta di nuovi partner commerciali, nuovi prodotti da sviluppare e nuovi mercati a cui affacciarsi.

Le informazioni messe a disposizione riguarderanno le politiche europee, le loro evoluzioni e vari aspetti tecnici. oltre ad una serie di consigli riguardo i finanziamenti per nuove aziende emergenti.