Ispettorato del Lavoro, al via i controlli

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Ufficiale l’avvio delle attività dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro istituito con il Jobs Act: il protocollo d'intesa con il Ministero del Lavoro.

Con la circolare n. 29 del 2016, il Ministero del Lavoro, insediati il Consiglio di Amministrazione e il Collegio dei Revisori, ha dato ufficialmente il via all’attività dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro istituito con il Jobs Act.

Nella circolare il Direttore Generale per l’Attività Ispettiva illustra la convenzione sottoscritta il 14 settembre con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali proprio per l’avvio delle attività dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, in attesa che vengano definiti gli ultimi provvedimenti che daranno piena autonomia all’Agenzia.

=> Agenzie Lavoro, in vigore le nuove procedure

Avvalendosi della Direzione Generale per l’Attività Ispettiva del Ministero del lavoro, l’Ispettorato potrà emanare le prime indicazioni volte ad uniformare tutta l’attività ispettiva esercitata dal personale ispettivo di provenienza ministeriale, INPS e INAIL. Alla Direzione Generale restano comunque affidati gli ulteriori compiti riguardanti anche il cosiddetto diritto di interpello.

Il protocollo d’intesa con il Ministero del Lavoro opererà fino a che non sarà completato il trasferimento delle risorse umane e finanziarie all’Ispettorato e comunque non oltre i 24 mesi successivi alla data di inizio dell’attività dello stesso.

Il Ministero ricorda che le Direzioni territoriali sono tenute a dare attuazione in particolare alla:

  • direttiva regionale per l’azione amministrativa e la gestione per l’anno 2016;
  • direttiva in materia di rappresentanza e rappresentatività sindacale.

.