NASpI, avvio attività e sussidio da restituire

Risposta di

Barbara Weisz

scritto il

Paola chiede

Se aprendo Partita IVA da disoccupati, in caso di omissione dichiarazione INPS del reddito autonomo presunto nei 30 gg successivi all’apertura, si perde solo lo stato di disoccupazione o si deve anche restituire il sussidio di disoccupazione percepito dal momento dell’ apertura della Partita IVA?

Barbara Weisz risponde

L’omissione della dichiarazione relativa all’inizio dell’attività lavorativa comporta la decadenza dalla NASpI e anche la restituzione delle somme eventualmente percepite successivamente all’evento interruttivo. Questa è l’indicazione fornita dall’INPS, con circolare 94/2015.

La circolare, nell’elencare le cause di decadenza, specifica che il sussidio decade “con il verificarsi dell’evento interruttivo”, che è rappresentato, nel suo caso specifico, dall’inizio di un’attività lavorativa in forma autonoma senza provvedere alla comunicazione di cui all’articolo 10 del dlgs 22/2015.

=> Avvio impresa con la NASpI: come fare

Nel suo caso, l’evento interruttivo sembra l’apertura dell’attività autonoma, quindi della partita IVA. Per cui deve restituire quanto eventualmente percepito nel periodo successivo.

Chieda però all’INPS se si può considerare come evento interruttivo la mancata presentazione della dichiarazione (per la quale c’è un mese di tempo dall’inizio dell’attività).