Domande Flussi 2024: tre click day dal 18 marzo

di Teresa Barone

1 Febbraio 2024 10:01

Decreto Flussi 2024: rimandati al 18, 21 e 25 marzo i click day per l’invio delle domande di ingresso e assunzione di lavoratori extracomunitari in Italia.

Slittano a marzo i click day programmati dal Ministero dell’Interno per l’assunzione di lavoratori stranieri extracomunitari nell’ambito del Decreto Flussi che prevede per quest’anno 151mila quote autorizzate dal governo.

Le domande 2024 per far entrare e assumere regolarmente risorse extra-UE in Italia potranno essere inoltrate nei giorni 18, 21 e 25 marzo 2024.

Decreto Flussi per ingresso di lavoratori extra-UE

L’ingresso in Italia di extracomunitari ai fini dell’assunzione con contratto di lavoro subordinato o autonomo (anche stagionale), è regolato con un sistema di quote stabilite ogni anno, ad eccezione di alcuni settori professionali. Questo, al fine di controllare i flussi in entrata ed evitare l’immigrazione clandestina.

Ogni anno viene pertanto emanato un Decreto Flussi che stabilisce la quota massima di ingressi consentiti in base alle esigenze lavorative.

Tramite un sistema di richiesta telematica presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione (raggiungibile dal sito portaleservizi.dlci.interno.it/) – che in genere finisce per trasformarsi in un click day, considerando che le domande sono sempre più numerose delle quote concesse) – si può inoltrare domanda per la concessione del permesso di soggiorno per motivi di lavoro, con impegno a regolare assunzione.

Decreto Flussi 2024: il nuovo calendario

Per il 2024 i click day erano stati previsti per febbraio, ma a ridosso del termine è stato disposto il rinvio. A modificare il calendario dei click day è stato un DPCM notificato con Circolare dell’Interno il 29 gennaio 2024, che ha rimandato di oltre un mese le date inizialmente in programma per il 5, il 7 e il 12 febbraio.

Qui di seguito il nuovo calendario, suddiviso in base alle diverse tipologie di lavoratori:

  • 18 marzo dalle ore 9: invio delle domande per i lavoratori subordinati non stagionali cittadini di Paesi che hanno accordi di cooperazione con l’Italia;
  • 21 marzo dalle ore 9: invio delle domande per gli altri lavoratori subordinati non stagionali (anche del settore dell’assistenza familiare e socio-sanitaria);
  • 25 marzo dalle ore 9: invio delle domande per i lavoratori stagionali.

Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con le date ufficiali è in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale).  Per le istruzioni operative bisognerà attendere il decreto o le ulteriori indicazioni che saranno diramate dal Ministero dell’Interno.