Tratto dallo speciale:

PNRR: bando 2022 per il Servizio Civile Digitale

di Alessandra Gualtieri

scritto il

Online i bando 2022 per il Servizio Civile Digitale, nell'ambito del PNRR, arruola oltre 2mila giovani: domande entro il 30 settembre.

Pubblicato il bando per 2.160 giovani tra 18 e 28 anni, da impiegare come volontari del Servizio Civile Digitale, “facilitatori digitali” con il compito di supportare i cittadini nell’utilizzo delle nuove tecnologie e accrescere le competenze digitali dei meno abili, così da accedere con maggior semplicità ai servizi pubblici online: creare un’identità digitale, gestire la posta elettronica, prenotare servizi online, ecc.

I partecipanti avranno diritto a un assegno mensile e ad un percorso di certificazione delle competenze acquisite. I progetti hanno durata di 12 mesi, con orario di servizio di 25 ore settimanali o monte ore annuo di 1.145 ore.

Progetto e bando PNRR – SCU

Il progetto è una delle misure del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) ma rientra anche nel Servizio Civile Universale (dlgs 40/2017 attuativo della legge 106/2016). Prevede l’attivazione nel triennio 2022-2024 di 9.700 operatori volontari e almeno 100 enti per servizi di facilitazione, con l’obiettivo di formare almeno 1 milione di cittadini. I primi progetti verranno attivati da novembre 2022 con durata di 12 mesi.

Compiti dei facilitatori digitali

I volontari selezionati saranno impegnati in attività: supporto sull’utilizzo dei servizi pubblici online e nell’utilizzo dei servizi digitali offerti da privati (es.: gestione di un profilo social o su un portale per la ricerca di lavoro); alfabetizzazione sull’utilizzo di smartphone, pc, software per l’elaborazione di testi o gestione della posta elettronica; sensibilizzazione sulla sicurezza informatica e alla privacy; promozione di eventi e iniziative culturali sul territorio, per presentare nuovi strumenti digitali utili a cittadini, scuole, e imprese.

Formazione certificata

Oltre alla formazione generale del Servizio Civile Universale, è previsto un percorso specifico sui temi del digitale e sul servizio di facilitazione digitale per sviluppare la professionalità di “facilitatore digitale” e ottenerne la certificazione. Il percorso formativo sarà basato sul framework Digcomp 2.2, ossia il Quadro di riferimento per le competenze digitali dei cittadini elaborato dalla Commissione Europea.

Il Servizio Civile Universale

I giovani possono partecipare ai bandi per prestare servizio civile presso enti pubblici e organizzazioni private senza scopo di lucro. (ad esempio, ONLUS e associazioni che si occupano di assistenza ad anziani, disabili, minori e persone con fragilità economica o sociale. Gli interventi e i progetti possono essere svolti all’estero purché l’associazione sia accreditata dallo Stato.

Il bando SCD 2022

Il Bando SCD è rivolto alla selezione di 2.613 operatori volontari da impiegare in progetti afferenti a programmi di intervento di Servizio civile digitale, di Servizio civile ambientale e di Servizio civile universale autofinanziati. In particolare:

  • 1.638 operatori in 212 progetti afferenti a 62 programmi di intervento del “Servizio civile digitale” (Allegato 1);
  • 522 operatori in 66 progetti afferenti a 26 programmi per la sperimentazione del Servizio civile digitale – anno 2021 (Allegato 2);
  • 441 operatori in 54 progetti afferenti a 22 programmi di intervento del “Servizio civile ambientale” (Allegato 3);
  • 12 operatori in 2 progetti, afferenti a 1 programma di intervento da realizzarsi in Italia presentato e autofinanziato dal Comune di Latina servizio Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili (Allegato 4).

Come partecipare

Gli aspiranti operatori devono presentare domanda di partecipazione attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it, con identità digitale SPID, entro le ore 14.00 del 30 settembre 2022.