Tratto dallo speciale:

Quattordicesima dipendenti e pensionati: cedolino ricco a luglio

di Barbara Weisz

scritto il

Quattordicesima per dipendenti e pensionati a luglio, requisiti di reddito o contratto: come sapere se si ha diritto alla mensilità e quanto spetta.

Quattordicesima per dipendenti e pensionati in arrivo: la mensilità aggiuntiva viene versata da metà giugno a metà luglio ad una ristretta platea di aventi diritto. Sulla pensione matura solo se si resta solo la soglia di reddito prevista, nel cedolino paga dei lavoratori se il contratto di riferimento la prevede.

Cedolino pensione e busta paga di luglio 2022 saranno inoltre ancor più ricchi quest’anno, in virtù del bonus 200 euro accreditato assieme al rateo mensile ed alla 14esima, ma in entrambi i casi ai soli aventi diritto. Vediamo una breve guida per capire a chi spetta e quanto di prende.

Quattordicesima pensionati 2022

Per la quattordicesima dei pensionati, il riferimento legislativo è l’articolo 5, commi da 1 a 4, del decreto legge 81/2007 (convertito dalla legge n° 127/2007), che spiega chi ha diritto alla somma aggiuntiva annuale in favore dei pensionati a basso reddito. La Legge di Stabilità 2017 (legge 232/2016) ha poi esteso la platea: oltre ai pensionati fino a 1,5 volte il minimo, prendono la 14esima anche quelli fra 1,5 e 2 volte il minimo seppur in misura ridotta.

A chi spetta la quattordicesima

Hanno diritto alla quattordicesima INPS, INPDAP, ENPALS, i pensionati ex dipendenti e gli autonomi appartenenti ad una delle gestioni dell’AGO o sostitutive, esclusive ed esonerative (pensione di anzianità, vecchiaia, invalidità, anticipata, reversibilità). Sono due i requisiti fondamentali che devono vantare: almeno 64 anni di età e un reddito fino a 2 volte il minimo (nel 2022 pari a 13.633,10 euro). Non si conteggiano i redditi derivanti da:

  • assegni familiari,
  • indennità di accompagnamento,
  • reddito prima casa,
  • trattamenti di fine rapporto,
  • arretrati con tassazione separata.

La quattordicesima non spetta per le prestazioni di APe Sociale, indennizzo commercianti (IndCom), trattamenti ai lavoratori extracomunitari rimpatriati.

Chi ha diritto alla quattordicesima a luglio?

Se il requisito sopra esposto viene maturato entro il 31 luglio, la mensilità aggiuntiva arriva il primo luglio, se invece il requisito viene maturato nel corso dell’anno ma in data successiva al 31 luglio, la 14esima viene versata in forma ridotta (solo per le mensilità spettanti), nel mese di dicembre.

Come si calcola la quattordicesima pensione

Il calcolo della somma per i pensionati dipende dal reddito e dagli anni di contribuzione. Si va da un minimo di 336 euro per chi ha un reddito fino a 2 volte il minimo (13mila 633,09 euro) e 15 anni di contributi, a un massimo di 655 euro che spettano a chi ha un reddito fino a 1,5 volte il minimo (10mila 224,82 euro) e più di 25 o 28 anni di contributi (rispettivamente, se si tratta di pensioni da lavoro dipendente o autonomo).

Quanto spetta di quattordicesima pensione

L’importo del trattamento cambia anche in base agli anni di contributi versati. Per le pensioni in totalizzazione e cumulo, viene calcolata la sola contribuzione degli enti pubblici ed esclusa quella presso enti privatizzati. Per la pensione ai superstiti, l’anzianità contributiva è rapportata all’aliquota.

Pensioni fino a 1,5 volte il minimo:

Pensioni da 1,5 a 2 volte il minimo:

Quattordicesima lavoratori 2022

Per i lavoratori dipendenti, ci sono contratti che la prevedono e altri no. Ongi lavoratore dipendente, per capire se ha diritto alla 14esima, deve consultare il proprio contratto di lavoro. Ad esempio, sono esclusi dalla mensilità aggiuntiva, perchè i contratti di riferimento non la prevedono,  i dipendenti pubblici (con poche eccezioni), gli assunti con CCNL Comunicazioni o CCNL Metalmeccanici.

Quali sono i contratti che prevedono la quattordicesima?

Fra i più importanti CCNL (contratti collettivi nazionali di lavoro) che prevedono la quattordicesima mensilità pagata a luglio ci sono: commercio, terziario, turismo, autotrasportatori e logistica, alimentare, multiservizi, vigilanza privata e servizi fiduciari, pubblici esercizi.

Come si calcola la quattordicesima lavoratori

Per quanto riguarda il calcolo della quattordicesima, la formula da applicare restituisce come importo quello pari a un dodicesimo della retribuzione lorda mensile. Non si conteggiano straordinari, eventuali premi e in generale tutti gli elementi che non fanno parte della retribuzione fissa. Non si applicano neppure le detrazioni da lavoro dipendente e gli eventuali assegni ai nuclei familiari, per cui alla fine la 14esima è in genere più bassa rispetto allo stipendio mensile.

Non solo: nel caso in cui il rapporto di lavoro sia iniziato in corso d’anno, oppure sia un part-time, viene riparametrata in base ai periodi effettivamente lavorati. Concorre inoltre alla formazione dell’imponibile previdenziale e fiscale e del trattamento di fine rapporto (fa reddito ai fin delle tasse).

Quando si paga la quattordicesima

La mensilità aggiuntiva non va richiesta ma viene versata in automatico agli aventi diritto, sia ai pensionati sia ai lavoratori. Ai pensionati la quattordicesima arriva sempre il primo luglio. Ai lavoratori dipendenti può arrivare con la busta paga di giugno oppure separatamente, con una specifica busta paga versata nel corso del mese di luglio, in genere entro la metà del mese.

Chi pensa di aver diritto la non riceve la quattordicesima, può fare domanda di ricostituzione online attraverso apposita funzione del portale INPS oppure rivolgendosi ai patronati.