Tratto dallo speciale:

Green Pass, lavoro e Smart Working: il calendario post Covid

di Barbara Weisz

scritto il

Calendario regole Covid sul lavoro: da maggio abolito il Green Pass per tutti i lavoratori e fino a giugno Smart Working semplificato.

Nel Decreto Riaperture, con il calendario dell’uscita dall’emergenza Covid, ci sono anche nuove regole per il Green Pass sul lavoro: da aprile si allenta la stretta sugli over 50 sul lavoro, da maggio sparisce l’obbligo per tutti, fino a giugno si potrà continuare ad applicare lo smart working semplificato. Questa la roadmap prevista dal Governo.

Stop al Super Green Pass

  • Aprile: i lavoratori con almeno 50 anni di età potranno andare al lavoro con il Green Pass base. Pur restando l’obbligo vaccinale per tutti gli over 50 in Italia, non si applicano restrizioni ulteriori nell’ambito della vita lavorativa. Il ministro Speranza ha sottolineato che la mancanza di Certificazione rafforzata per questi lavoratori non comporterà più l’assenza ingiustificata e la sospensione dallo stipendio. Si uniformano dunque le regole per la generalità dei lavoratori.
  • Maggio: abolizione per tutti del Green Pass sul lavoro, non sarà più necessario neppure quello base.

Gradualità allentamenti

La fine dello stato d’emergenza, il 31 marzo, determina da aprile una gradualità dell’uscita dalle restrizioni e dagli obblighi di Green Pass, che si esauriscono in maggio, quando non saranno più necessarie Certificazioni Verdi Covid per lavorare e svolgere attività. C’è un’unica eccezione rappresentata dal personale di Sanità, ospedali ed RSA (residenze per anziani), categorie per le quali è stato prorogato a fine anno l’obbligo di vaccino.

=> Le nuove regole Covid per la Scuola dal 1° aprile

Smart working fino a giugno

La legislazione post Covid inizia a recepire le novità intervenute nel mondo del lavoro nei due anni di emergenza. Le abitudini lavorative sono cambiate e le organizzazioni si sono adeguate a nuovi modelli o pianificano di farlo. Per dare tempo di gestire la transizione, il Governo proroga di tre mesi (fino al 30 giugno) la possibilità di ricorrere allo Smart Working semplificato, che non richiede quindi contrattazione o accordi individuali. Intanto, in Commissione Lavoro alla Camera è in discussione una nuova legge sul lavoro agile che ne amplia e semplifica l’utilizzo, con regole unificate da recepire nei contratti. Un percorso graduale che accompagnerà l’elemento di innovazione e flessibilità rappresentato dallo Smart Working nel mondo del lavoro.

Calendario post Covid, mese per mese

In conclusione, ecco le regole che si applicano al mondo del lavoro nei prossimi mesi, in materia di Green Pass e di Smart Working.

  • Fino al 31 marzo 2022: continuano ad applicarsi le attuali regole su Green Pass e Super Green Pass.
  • Dal 1° al 30 aprile 2022: per tutti i lavoratori, indipendentemente dall’età, sarà necessario il Green Pass base per andare al lavoro (non cambia nulla  per gli under 50, mentre per i più giovani c’è una allentamento).
  • Dal 1 maggio 2022: stop al Green Pass sul lavoro, non sarà più necessario alcun certificato per andare al lavoro o svolgere attività professionali.
  • Fino al 30 giugno 2022: Smart Working semplificato sul lavoro anche senza accordi individuali, in attesa di una possibile nuova legge nazionale.
  • Dal 1° luglio 2022: si torna alla necessità di accordo individuale in mancanza di contrattazione collettiva sullo Smart Working.

Il commento di PMI.it

Un primo commento nel podcast Punto PMI