Tratto dallo speciale:

Ecoincentivi Autotrasporto merci: requisiti e domanda

di Noemi Ricci

scritto il

Boccata d'ossigeno per il settore dell'autotrasporto: al via 15 milioni di euro di ecoincentivi.

Tempo fino al 30 novembre 2014 per usufruire degli ecoincentivi destinati al settore dell’autotrasporto, a favore dei quali il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha stanziato 15 milioni di euro. A seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto del 3 luglio 2014, con il quale sono stati definiti i requisiti e le modalità per accedere agli ecoincentivi, le imprese di trasporto hanno ora l’opportunità di rinnovare il proprio parco mezzi con veicoli ecologici, che rispettano le nuove normative europee.

=> Vai allo Speciale Eco-incentivi auto

Requisiti

Possono accedere all’incentivo tutte le imprese dell’autotrasporto di qualsiasi dimensione, a patto che acquistino mezzi nuovi, che siano attive sul territorio italiano e che siano in regola con i requisiti di iscrizione al Registro elettronico nazionale e all’Albo degli autotrasportatori di cose per conto di terzi.

Investimenti agevolabili

Gli investimenti e le iniziative imprenditoriali oggetto di agevolazione sono:

  • acquisto, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico da 3,5 a 7 tonnellate a trazione alternativa a gas naturale o biometano;
  • acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di autoveicoli, nuovi di fabbrica, adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 16 tonnellate a trazione alternativa a gas naturale o biometano;
  • acquisizione, anche mediante locazione finanziaria, di semirimorchi, nuovi di fabbrica, per il trasporto combinato ferroviario rispondenti alla normativa UIC 596-5 e per il trasporto combinato marittimo dotati di ganci nave rispondenti alla normativa IMO.

=> Autotrasporto: incentivi alla formazione professionale

Non rientrano invece nell’agevolazione i veicoli ibridi, ovvero alimentati alternativamente a carburante tradizionale o a gas. Il contributo concesso ad ogni impresa può avere importo massimo di 500 mila euro.

Modalità di fruizione

Per presentare domanda di agevolazione è necessario utilizzare l’apposito modello allegato al decreto ed inviarlo entro il 30 novembre 2014 tramite raccomandata con avviso di ricevimento al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti – Dipartimento dei trasporti terrestri – Direzione Generale per il trasporto stradale e per l’intermodalità, Via Giuseppe Caraci, 36 – 00157 Roma.

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

I Video di PMI

Incentivi auto ed ecotassa 2019-2021