Tratto dallo speciale:

Quinto Conto Energia: incentivi esauriti

di Francesca Vinciarelli

scritto il

Esauriti i fondi del Quinto Conto Energia: il GSE comunica il raggiungimento della soglia dei 6,7 miliardi di euro, per il fotovoltaico ora restano solo le detrazioni fiscali del 50% e 65%.

Che il Quinto Conto Energia non avrebbe avuto vita lunga era cosa ben nota sin dalla sua entrata in vigore (leggi le previsioni) e ora, a meno di un anno di distanza il Gestore dei Servizi Energetici informa che sono stati raggiunti i 6,7 miliardi di euro di soglia massima per gli incentivi concessi al fotovoltaico.

Il raggiungimento della soglia massima di costo indicativo cumulato annuo degli incentivi al fotovoltaico è mostrato in maniera chiara sul Contatore Fotovoltaico che il GSE ha reso visibile sul proprio sito istituzionale (vai al contatore web).

=> Leggi di più sugli incentivi al fotovoltaico

Il Quinto Conto Energia pertanto, come previsto dal Decreto Ministeriale del 5 luglio 2012, cesserà di avere valore decorsi trenta giorni solari dalla pubblicazione da parte dell’AEES (Autorità per l’energia elettrica e il gas) della delibera che annuncia il raggiungimento dei 6,7 miliardi di euro.

Essendo il Sesto Conto Energia una probabilità piuttosto lontana (scopri perché), per il settore del fotovoltaico non resta che puntare sui bonus fiscali per le ristrutturazioni edilizie (50% in 10 anni) estesi agli impianti solari e le riqualificazioni energetiche (innalzate al 65% in 10 anni), dai quali restano però escluse le pompe di calore.

=> Leggi come si applicano le detrazioni fiscali 50% e 65% al fotovoltaico

In totale, fa sapere il Gestore, sono state presentare richieste di incentivazione per 531.242 impianti fotovoltaici, per una potenza complessiva di 18.217 MW.

Alcuni degli impianti (4.779, per una potenza complessiva di 1.136 MW e un costo indicativo annuo di 94 milioni di euro) devono ancora entrare in esercizio, ma sono già iscritti nei Registri in posizione utile all’accesso agli incentivi.