Pmi: i premi per l’efficienza energetica

di Alessia Valentini

scritto il

Quando l'eccellenza green viene riconosciuta: alcuni premi italiani e comunitari che promuovono il risparmio dei consumi a beneficio di ambiente e utenti finali

Per promuovere tra le imprese l’attenzione verso le tematiche ambientali, proliferano ormai in Italia ed Europa bandi e premi dedicati all’efficienza energetica, come stimolo alla riduzione degli sprechi e all’adozione di tecnologie e soluzioni che ottimizzino il consumo elettrico, restituendo in cambio buona visibilità e reputation.

Premi italiani

ABB Energy Efficiency Award è il riconoscimento promosso dalla società ABB per tutte le aziende dei settori Industria e Terziario distintesi per l’impegno sul fronte del risparmio energetico.

Chi vuole iscriversi all’edizione 2010 può semplicemente riempire il form online. I requisiti per partecipare sono: iscrizione al Motor Challenge Programme, progetto della Commissione Europea di cui ABB è sostenitore; installazione di motori ad alto rendimento (EFF1) e inverter ABB, con un risparmio energetico annuo superiore ai 200 MWh; riduzione nelle emissioni di CO2 pari a circa 100 ton/anno.

Il Premio “Green Life, dai territori la costruzione dell’economia del futuro“, promosso da Legambiente, quest’anno celebra la sua seconda edizione ed è aperto anche ad aziende e professionisti: focus, l’eco-innovazione di prodotto, processo e sistema.

I temi dell’edizione 2010 sono: ciclo chiuso delle risorse e nuovi materiali; filiera delle energie rinnovabili; nutrire il pianeta, energia per la vita; abitare sostenibile.

Per partecipare bisogna iscriversi online entro il 24 settembre 2010. Le innovazioni che concorrono al tema “Abitare Sostenibile” hanno tempo fino al prossimo 22 ottobre.

Le aziende premiate potranno utilizzare il logo “Innovazione Amica dell’Ambiente” e tra di esse saranno selezionate quelle che avranno introdotto innovazioni compatibili con i requisti del concorso californiano Cleantech Open Competition edizione 2010, di cui Legambiente è partner. In questo modo avranno accesso diretto al Premio.

A livello locale, segnaliamo l’iniziativa avviata nel 2009 da BIC Lazio (Business Innovation Center), che ha istituito il Premio tecnologie per l’efficienza energetica. La prima edizione ha avuto, come oggetto del bando, le tecnologie/metodologie nelle tre fasi del ciclo dell’energia: produzione, distribuzione e impiego finale.

Oltre a ricercatori, ESCO (Energy Service Companies), energy manager e studi di ingegneria e architettura, hanno potuto partecipare anche le piccole e medie imprese. Importante, dunque, monitorare il sito BIC nella sezione bandi pubblici per avere evidenza della prossima edizione e delle modalità di partecipazione.

Premi europei

In ambito europeo, l’efficienza energetica viene ricompensata con i premi Green Light e Green Building gestiti dal Centro di Ricerca della Commissione UE (CCR) e istituiti rispettivamente dal 2000 e dal 2005.

Il primo viene assegnato fra i volontari aderenti al programma distintisi per l’installazione di sistemi di illuminazione energeticamente efficienti; il secondo a coloro che hanno effettuato ristrutturazioni immobiliari realizzando risparmi energetici di oltre l’80% (grazie all’utilizzo dell’isolamento termico, di sistemi efficienti di riscaldamento e raffreddamento, di sistemi di controllo intelligenti, di pannelli fotovoltaici, ecc).

I riconoscimenti 2010 sono stati assegnati ad Aprile, e per candidarsi per la prossima edizione ci si deve registrare ad una o entrambe le iniziative per dimostrare reale interesse alla sostenibilità ambientale.

Un altro premio della Commissione Europea è il Best ICT4EE Award, bandito per il 2009 con sponsorizzazione SAP, ENEL e AG. Oggetto del premio, le tecnologie ICT che contribuiscono in misura determinante all’ottimizzazione dell’efficienza energetica e che costituiscono un visibile e vantaggio per aziende e cittadini.

Per tenersi informati sulle attività della commissione UE su questo tema e sulla nuova edizione del premio, ci si deve registrare presso l’apposita pagina del sito web sull’intera iniziativa.