Proroga incentivi start-up innovative emiliane

di Teresa Barone

scritto il

C’è tempo fino al 31 marzo per richiedere i contributi mirati a favorire l’avvio di start-up innovative: incentivi fino al 100mila euro.

La Regione Emilia Romagna ha stabilito la proroga del bando che si basa sulla concessione di incentivi alle start-up caratterizzate da un elevato contenuto tecnologico: c’è tempo fino al 31 marzo, infatti, per richiedere i contributi utilizzabili per sostenere l’avvio delle nuove imprese innovative e coprire i costi dei primi investimenti. Le agevolazioni regionali sono finalizzate a promuovere lo “sviluppo di industrie innovative emergenti” in linea sia con le Tecnologie Abilitanti Critiche (KETs) sia con l’attività dei Clusters Tecnologici Nazionali.

Imprese ammesse al bando

Possono inviare le richieste per ottenere i contributi le piccole imprese con sede produttiva in Emilia-Romagna e nate dopo il 1 gennaio 2011. Tra i settori di attività ammessi figurano il manifatturiero, le costruzioni, i servizi d’informazione e comunicazione, le attività professionali, scientifiche e tecniche.

Contributi fino a 100mila euro

Gli incentivi concessi alle start-up innovative consistono in un contributo in conto capitale pari al 60% della spesa ammissibile, fino a 100mila euro per ciascun progetto presentato; è prevista una maggiorazione dell’incentivo pari al 10% per le iniziative che prevedono anche l’incremento della forza lavoro attraverso nuove assunzioni.

Come richiedere gli incentivi

Le richieste di contributo devono essere presentate entro il 31 marzo 2014. Il bando è pubblicato sul sito della Regione Emilia Romagna. (=> Leggi tutte le news per le PMI dell’Emilia Romagna)