Piemonte, agevolazioni per Pmi artigiane e tessili

di Noemi Ricci

scritto il

Dalla Regione Piemonte, contributi a fondo perduto sul 50% delle spese ammissibili in favore delle imprese artigiane e dei progetti tessili transnazionali

Nuova ondata di incentivi da parte della Regione Piemonte, che ha pubblicato nuovi bandi in favore delle imprese artigiane e dei progetti tessili transnazionali.

Il primo bando è riservato ad imprese già artigiane attive, finanziariamente sane e con solide prospettive , iscritte al Registro imprese e Albo provinciale.

I progetti, dall’importo non inferiore a 25mila euro, dovranno prevedere l’avviamento di nuove imprese artigiane, l’introduzione di nuovi prodotti/servizi o processi produttivi, il miglioramento di quelli esistenti o della compatibilità ambientale dell’impresa, o anche la promozione e lo sviluppo dell’impresa sui mercati locali, nazionali e internazionali e investimenti in ricerca e sviluppo.

Priorità, con particolari criteri di finanziamento, verrà riservata ai programmi di investimento che determinano un incremento occupazionale dell’impresa, a quelli presentati da imprese di nuova costituzione, a quelli a sostegno delle imprese artigiane che presentano domanda a valere sulla Sezione Artigiana del Fondo regionale o che hanno ottenuto il riconoscimento dell'”Eccellenza artigiana“.

Il secondo bando è riservato alle Pmi raggruppate in consorzi, associazioni temporanee di imprese o altre forme contrattuali, con unità produttive nel territorio della Regione Piemonte.

I progetti dovranno riguardare la ricerca industriale e/o lo sviluppo sperimentale nel campo tessile, da realizzare entro 36 mesi dalla data di concessione del finanziamento che prevede un contributo a fondo perduto pari al 50% dei costi ammessi per un massimo di 400 mila euro per ogni singolo progetto.

Le domande, comprensive di documentazione, dovranno essere redatte in lingua inglese.

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali