Pmi Liguria, 5 mln per aggregazione a poli innovazione

di Noemi Ricci

scritto il

Presentato dalla Camera di Commercio della Regione Liguria il bando che prevede un plafond di cinque milioni di euro per agevolare l'aggregazione delle imprese ai poli di ricerca e innovazione, grazie al FESR

In arrivo 5 milioni di euro da parte della Camera di Commercio a favore dei nuovi poli di ricerca e innovazione formati da imprese e organismi di ricerca liguri, grazie al contributo del FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale).

Il bando, presentato oggi, è stato pubblicato sul BURL (Bollettino ufficiale della Regione Liguria) del 24 febbraio scorso.

Per accedere al finanziamento, che andrà alla persona giuridica che assume la gestione del polo d’innovazione, quest’ultimo deve necessariamente comprendere al suo interno almeno una Pmi, un organismo di ricerca e una grande impresa.

L’aggregazione delle imprese ai poli di ricerca e innovazione sarà discriminante in futuro nel caso si voglia partecipare ai futuri bandi e finanziamenti che la Regione attiverà sui fondi europei nel settore dell’innovazione.

L’iniziativa si rivolge quindi a tutte quelle aziende e quegli organismi di ricerca liguri che intendano presentare alla Regione progetti di innovazione che riguardino l’automazione, la supervisione e la sicurezza nei trasporti e nella logistica o siano legati ad innovazioni nel campo dell’energia in Liguria, dell’automazione intelligente, delle tecnologie del mare e ambiente marino, delle scienze della vita, biotecnologie e applicazioni sicure.

I Video di PMI