Welfare to work – Call center: bonus assunzionali in Sardegna

di Teresa Barone

scritto il

Incentivi regionali fino a 3300 euro a favore dei Call center per promuovere nuove assunzioni a tempo indeterminato: domande fino al 30 giugno.

La Regione Sardegna ha comunicato la riapertura del bando che prevede la concessione di incentivi alle imprese locali attive nel settore dei Call center per promuovere nuove assunzioni.

=> Incentivi assunzione: le nuove regole caso per caso

Il bando “Welfare to work – Call center”, infatti, sarà attivo fino al 30 giungo 2013 dando la possibilità alle imprese di richiedere I contributi grazie alle risorse non utilizzate nel corso del precedente avviso pubblico, pari a 491 mila euro.

Il progetto si basa sull’erogazione di bonus assunzionali di importo non superiore a 3300 euro ciascuno a favore delle PMI che svolgono attività di Call center con sede operativa in una delle Province della Sardegna.

I contributi devono essere utilizzati per la formazione o l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori appartenenti alle categorie svantaggiati, come anche di soggetti inoccupati e disoccupati iscritti all’anagrafe dei centri servizi per il lavoro (CSL).

=> Bando per la liquidità delle PMI sarde

Le domande per ottenere i contributi possono essere inviate direttamente alla sede dell’Agenzia regionale per il lavoro di Cagliari.

Il bando è pubblicato sul sito della Regione Sardegna

=> Leggi tutte le news per le PMI della Sardegna

I Video di PMI

Come consultare i bandi regionali