Start-up innovative: bando “Soft Economy” in Puglia

di Redazione PMI.it

scritto il

Incentivi alle nuove start-up nate da iniziative di imprenditoria giovanile in Puglia.

Il Comune di Bari ha pubblicato il bando “Soft Economy” a favore dell’imprenditoria giovanile innovativa: sono previsti contributi a fondo perduto per i nuovi progetti di start-up inerenti valorizzazione territoriale e ambientale, la produzione culturale e iniziativa sociale, l’innovazione Tecnologica.

=> Contributi alle start-up innovative in Puglia

Il bando è destinato a finanziare i progetti imprenditoriali dei giovani under 35 residenti in uno dei 31 Comuni dell’Area Metropolitana ‘Terra di Bari’.

Ecco l’elenco dei Comuni coinvolti: Acquaviva delle Fonti, Adelfia, Bari, Binetto, Bitetto, Bitonto, Bitritto, Capurso, Casamassima, Cassano delle Murge, Cellamare, Conversano, Corato, Gioia Del Colle, Giovinazzo, Grumo Appula, Modugno, Mola di Bari, Molfetta, Noicattaro, Palo del Colle, Polignano a Mare, Rutigliano, Ruvo di Puglia, Sammichele di Bari, Sannicandro di Bari, Terlizzi, Toritto, Triggiano, Turi e Valenzano.

I progetti possono essere anche sviluppati in partnership con gli enti locali, oppure in collaborazione con scuole e università. Sono ammessi al bando i progetti presentati da gruppi giovanili informali costituiti in un soggetto giuridico entro i due mesi successivi alla pubblicazione della graduatoria.

=> Puglia: finanziamenti alle imprese innovative

La fase di start-up dovrà concludersi entro sei mesi dalla data di costituzione del soggetto giuridico.

Le richieste devono essere presentate direttamente al Comune di Bari (Ripartizione Politiche Educative Giovanili) entro il del 25 febbraio 2013.

Il bando è pubblicato sul sito del Comune di Bari

=> Leggi tutte le news per le PMI della Puglia