Finanziamenti sisma: online modello di domanda

di Francesca Vinciarelli

scritto il

In download il modello per la richiesta di finanziamento bancario concesso alle imprese che hanno subito i danni del sisma dello scorso maggio: per tributi, contributi, premi e pagamenti fino a giugno 2013, con differimento dei versamenti di dicembre al giorno 17.

Con la nota di protocollo n. 2012/152465 l’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello di comunicazione dei dati per l’accesso al finanziamento dei tributi, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria concessi ai titolari di reddito d’impresa che hanno subito danni a causa degli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012.

Scarica la domanda di finanziamento per i danni da sisma

Con D.P.C.M del 31 ottobre 2012 si dispone inoltre il differimento al 17 dicembre 2012, senza  maggiorazione, dei versamenti previsti tra l’1 e il 16 dicembre 2012, allo scopo di concedere il tempo necessario per inviare la richiesta di finanziamento alle banche.

I finanziamenti previsti dal provvedimento dell’Agenzia delle Entrate sono invece concessi ai sensi dell’articolo 11, comma 11, del decreto-legge 10 ottobre 2012, n. 174, anche per i pagamenti che il contribuente deve versare nel periodo compreso tra il 1° dicembre 2012 e il 30 giugno 2013.

I requisiti per accedere all’agevolazione sono stati definiti nell’art. 3, DL n. 74/2012 o all’art. 3-bis, D.L. n. 96/2012: =>Leggi i requisiti per accedere al finanziamento

La comunicazione deve essere trasmessa entro il 30 novembre (e non più il 16) esclusivamente in via telematica, anche avvalendosi dell’aiuto dei soggetti abilitati, utilizzando il software gratuito messo a disposizione sul sito dell’Agenzia.

Una copia della comunicazione verrà inoltrata alla banca che erogherà il credito.

Nel modello, sottolinea l’Agenzia verranno «distintamente indicati i dati dei pagamenti sospesi ai sensi dei decreti del Ministro dell’economia e delle finanze 1° giugno 2012 e 24 agosto 2012 nonché ai sensi dell’articolo 8, comma 1, del citato decreto-legge 6 giugno 2012, n. 74 e la previsione mensile degli importi da pagare nel periodo dal 1° dicembre 2012 al 30 giugno 2013.