Sistemi di qualità agroalimentari: incentivi alle imprese in Emilia Romagna

di Teresa Barone

scritto il

Bando di finanziamento della Regione Emilia Romagna per promuovere la partecipazione delle imprese agricole ai sistemi di qualità dei prodotti agroalimentari.

Promuovere la partecipazione delle imprese agricole ai sistemi di qualità dei prodotti agroalimentari, sia in ambito nazionale sia comunitario: questo il fine di un nuovo bando di finanziamento stabilito dalla Regione Emilia Romagna.

Destinatari del bando

Possono fare richiesta dei fondi messi a disposizione dalla Regione tutte le associazioni di produttori agroalimentari nel territorio, come anche i consorzi di prodotti tipici locali e le cooperative agricole, escluse le organizzazioni professionali e interprofessionali.

Finalità dei contributi

Le associazioni e cooperative che desiderano fare richiesta dei fondi devono documentare progetti appartenenti ad alcune specifiche tipologie di intervento finanziabili, volte a informare consumatori e operatori economici sulla sicurezza igienico-sanitaria dei prodotti, nonché sulle loro caratteristiche principali, oppure alle attività di promozione dei prodotti rientranti all’interno dei sistemi di qualità.

È anche possibile chiedere i finanziamenti per favorire l’internazionalizzazione dell’impresa, attraverso la partecipazione a fiere in ambito internazionale.

Spese ammesse

Il tetto di spesa massimo previsto per ciascun progetto è pari a 300 mila euro e servirà a coprire le spese che riguardano in modo specifico i costi della fornitura di beni e servizi necessari per portare a termine le attività di promozione o informazione stabilite.

Come chiedere i contributi

Per partecipare al bando, che scade 31 gennaio 2012, è necessario compilare la domanda attraverso il Sistema Operativo Pratiche (SOP) e la modulistica approvata da AGREA presente nel sito della stessa agenzia.