Minibond: sostegno alle PMI

di Redazione PMI.it

scritto il

Al via la concessione di Minibond per le PMI campane: risorse per attuare investimenti e interventi di innovazione sul territorio.

Permettere alle imprese campane di finanziare piani di investimento, interventi di innovazione e sviluppo attraverso l’emissione di obbligazioni societarie nella forma di Minibond, una risorsa alternativa al canale tradizionale bancario.

Gestito da Sviluppo Campania, questo strumento di ingegneria finanziaria sarà caratterizzato da un taglio medio di 3 milioni di euro, una durata massima di 8 anni e sarà destinati a promuovere investimenti materiali ed immateriali e a capitale circolante.

I Minibond saranno raggruppati in un portafoglio ad hoc finanziato dagli investitori, anche non bancari.

Selezione di Arranger

È già operativa la selezione di operatori finanziari per lo svolgimento del servizio di Arranger, vale a dire soggetti privati incaricati di definire le caratteristiche del prestito obbligazionario e di svolgere un’attività di presentazione della società emittente, effettuando anche il vero e proprio collocamento.

La Regione Campania, inoltre, ha varato un ampio programma per favorire l’accesso al credito delle imprese.

Con “Garanzia Campania” è attiva dallo scorso dicembre la sezione speciale “Campania” di Mediocredito Centrale – Banca del Mezzogiorno, destinata a promuovere uno strumento affine al portafoglio di Minibond per consentire il finanziamento “in blocco” di portafogli di finanziamenti bancari a favore delle imprese locali di dimensione ridotta.

Per quanto riguarda la selezione di Arranger, l’offerta telematica degli operatori finanziari deve essere presentata entro il 19 febbraio 2019.