Determinare i valori contabili a seguito dell’ingresso di nuovi soci

Un tutorial per calcolare l'aumento del capitale sociale dopo l'iniezione di nuovi capitali esterni dovuta all'ingresso di nuovi soci

Durante la vita dell’impresa può rendersi necessario l’apporto di nuovi capitali da parte di soggetti esterni; ciò può dipendere da svariati motivi quali le accresciute dimensioni dell’azienda oppure la difficoltà di reperire risorse finanziarie attraverso il sistema creditizio, come purtroppo, sta accadendo in questa fase di recessione economica mondiale.

In questo tutorial proponiamo un modello che consente di calcolare la nuova composizione di capitale sociale e la quota da assegnare al Fondo di riserva a seguito dell’ingresso di un nuovo socio.

Aumento capitale con nuovi soci
scarica l’esempio

Come utilizzare il modello

Il modello proposto è stato strutturato per società che hanno fino ad un massimo di sette soci e consente di gestire i calcoli relativi all’ingresso di massimo due nuovi soci ma, come osserveremo in seguito, può essere personalizzato con semplici procedure.

L’unico vincolo richiesto nell’utilizzo del modello è quello relativo al Valore Economico dell’azienda che deve essere pari o superiore al valore del Capitale Sociale (ipotesi, peraltro, ampiamente soddisfatta tranne nel caso di aziende che operano in grosse difficoltà economico-finanziarie).

Per utilizzare il modello è sufficiente inserire nella colonna A della tabella il nominativo dei soci, nella colonna B gli apporti iniziali di Capitale Sociale, nell’ultima cella della colonna D (D13) il Valore Economico dell’azienda ed, infine, nella colonna E i nuovi apporti di Capitale Sociale che si intendono effettuare (è prevista la possibilità anche per i “vecchi” soci di apportare nuovo capitale al fine di conservare o accrescere la quota di partecipazione in azienda).

Per facilitare la compilazione del modello sono state colorate con sfondo grigio chiaro le celle di inserimento dati. Il modello restituisce la composizione del Capitale Sociale iniziale (colonna C), la ripartizione del valore economico dell’azienda tra i “vecchi” soci (colonna D), il Capitale Sociale complessivo e la sua composizione percentuale a seguito dei nuovi apporti (colonna F e G), il nuovo valore economico dell’azienda ripartito tra i soci (colonna H) ed, infine, la quota aggiuntiva da destinare al Fondo di Riserva (colonna I) che deve essere versata dai soci, vecchi e nuovi, che apportano nuovo capitale.

Soffermiamoci brevemente sui dati riportati in figura per comprendere il funzionamento del modello. Nell’esempio proposto, i tre soci dell’azienda decidono un aumento di capitale sociale di 100.000€ che deve essere conferito in parte dal Socio A (40.000€) e in parte da un nuovo socio (60.000€); poiché il Valore Economico dell’azienda (cella D13) è stato stimato in 400.000€, il socio A dovrà inoltre conferire al Fondo di riserva 13.333€ (cella I4), mentre il nuovo socio 20.000€ (cella I11).

La colonna G evidenzia, infine, la nuova composizione delle quote societarie a seguito dell’aumento del Capitale Sociale (il socio A, a causa del nuovo apporto, conserva la sua quota, mentre gli altri due soci vedono ridursi la loro quota all’interno della società a favore del nuovo socio).

X
Se vuoi aggiornamenti su Determinare i valori contabili a seguito dell'ingresso di nuovi soci

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy