Trattamento Fine Rapporto

In Italia il Trattamento di Fine Rapporto (TFR), rappresenta una porzione di retribuzione dovuta al lavoratore subordinato che viene erogata, dal datore di lavoro, in maniera differita rispetto la cessazione del rapporto di lavoro.

In questa sezione del sito trovi tutte le ultime novità in materia e utili guide per il calcolo del tuo TFR

TFR in busta paga: si perde il 10% dei risparmi

TFR in busta paga Ufficiale con il testo della Legge di Stabilità 2015 la possibilità di chiedere l'anticipo del TFR (Trattamento di Fine Rapporto) in busta paga, in via sperimentale, in relazione ai periodi di paga decorrenti dal 1° marzo 2015 al 30 giugno 2018. L'articolo 6 del Ddl Stabilità rappresenta un'operazione che potrà garantire al Governo circa 2,2 miliardi di euro di maggiori entrate fiscali. I 100 euro in più in media nelle buste paga degli Italiani che sceglieranno questa opzione, dunque, non rappresenteranno tanto una boccata d'ossigeno per le famiglie quanto per lo Stato. =>...

Anticipo TFR: il meccanismo nella Legge di Stabilità 2015

TFR legge di stabilità Il lavoratore potrà richiedere l'anticipo del TFR maturato (opzione che sarà attivata verso metà anno con retroattività per il 2015). Il governo è riuscito a trovare posto alla misura nella nuova Legge di Stabilità, previo accordo con le banche (ABI) che, contrariamente alle prime ipotesi, copriranno anche l'intera liquidazione (e non solo il 50%). Ma c'è un'amara sorpresa come contropartita: la tassazione ordinaria. Chi chiede l'anticipo non potrà più applicare sul TFR la tassazione separata. Vediamo come si configura la misura, sottolineando che rispetto alla bozza della...

TFR in busta paga: a rischio agevolazioni ISEE

Calcolo ISEE La possibilità di richiedere metà dell’accantonamento sul Trattamento di Fine Rapporto (TFR) maturato in busta paga da parte dei dipendenti non rischia di avere conseguenze solo per le imprese, ma anche per i lavoratori stessi. Maggiore imponibile ISEE Se da una parte i circa 100 euro in più a fine mese, o meglio circa 1200 euro a fine anno, possono rappresentare una boccata d'ossigeno importante per alcune famiglie, dall'altra la misura che potrebbe essere contenuta secondo le previsioni del Governo nella Legge di Stabilità 2015, accanto al Bonus IRPEF da 80 euro strutturale per...

TFR in busta paga: nuova proposta del Governo alle imprese

Calcolo-del-TFR «Sarebbe bello che il TFR sia in busta paga dal prossimo anno» ha dichiarato il premier, Matteo Renzi, fermo nel suo intento nonostante il parere negativo di Confindustria, che si accorda all'allarme liquidità per le PMI. Per rassicurare le imprese, il Governo ha in serbo una proposta concreta che tiene conto dei punti critici segnalati, a partire dall'esborso per i datori di lavoro, e che garantisce a tutti solo vantaggi, coinvolgendo tanto i lavoratori del settore privato quanto quelli del pubblico. => TFR in busta paga senza deflusso per le imprese Fondo TFR: la proposta...

TFR anticipato in busta paga con i finanziamenti BCE alle PMI

Accesso al credito La proposta di versare parte del TFR in busta paga a partire dal 2015 è ancora avvolta nell'incertezza sollevando dubbi, critiche e perplessità da più parti (sindacati, imprese, opposizioni), ma anche i primi endorsement, da Bankitalia ai colossi dell'industria come Fiat e Telecom. L'ipotesi del Governo (avanzara dallo stesso premier Matteo Renzi) non è stata ancora definita nei particolari: la percentuale di TFR (Trattamento di Fine Rapporto) da anticipare con le retribuzioni mensili  (per un periodo da uno a tre anni) sarebbe del 50%, con l'alternativa di un anticipo in un'unica...

TFR anticipato: aumenti in busta paga e liquidità per le PMI

TFR Fino a 100 euro in più in busta paga ai dipendenti con il TFR anticipato, nell'ipotesi di versamento mensile del 50% dell'accantonamento sul Trattamento di Fine Rapporto maturato: è la misura  per l'integrazione del reddito allo studio del Governo, da inserire nella Legge di Stabilità 2015 accanto al Bonus IRPEF da 80 euro strutturale per i dipendenti (elaborazioni Unione Artigiani di Milano). => Legge di Stabilità 2015: metà TFR in busta paga TFR e liquidità PMI Dei circa 24 miliardi accumulati per il TFR su 326 miliardi di retribuzioni annue, il 40% (circa 10...

TFR in busta paga: 100% ai dipendenti senza deflusso per le imprese

TFR Ci aveva già pensato Umberto Bossi nel 2011: dirottare il TFR nella busta paga. Allora come oggi, si proponeva di dare mese per mese o in unica soluzione annua, l’accantonamento mensile per la liquidazione: circa il 7% dello stipendio lordo. Ora ci riprova il Governo Renzi: metà quota del TFR "maturando" erogata direttamente al lavoratore. La ratio è la stessa: portare liquidità in più alle famiglie e provare a stimolare i consumi. Ora come allora, si sta sollevando il solito polverone in prossimità del varo della Legge di Stabilità (ex Legge Finanziaria), che rischia di...

Riforma Lavoro Renzi: spiragli sull’articolo 18

L'intervento di Renzi alla direzione del Pd Sì alla modifica radicale dell'articolo 18, ma senza abolizione del reintegro per i licenziamenti discriminatori e disciplinari: è la proposta per il Jobs Act che Matteo Renzi ha rivolto alla direzione del Pd, votata a larga maggioranza (85%). Nessun marcia indietro sulla riduzione dei contratti applicabili, invece, con l'eliminazione delle collaborazioni coordinate e continuative; l'obiettivo è spingere quello a tutele crescenti, da applicare a tutte le nuove assunzioni a tempo indeterminato e che non ammetterà la tutela dell'articolo 18: da capire se solo in fase iniziale (da...

Riforma Lavoro Renzi: abolizione cocopro e TFR anticipato

renzi da fazio «Cancelliamo l'Articolo 18»: non la presa di posizione della maggioranza ma di Matteo Renzi, che rilancia sulla sua Riforma del Lavoro proponendo anche l'abolizione di contratti precari come le collaborazioni a progetto. Ma riuscirà davvero il contratto a tutele crescenti - superamento dell'attuale contratto a tempo indeterminato - ad inglobare in parte le posizioni attualmente coperte da contratti co.co.pro? O si proporrà invece uno scenario di contratti a termine, più costosi ma senza vincoli, ed assunzioni a tempo indeterminato, comunque senza opzioni di reintegro? => Ddl...

TFR in busta paga: allarme liquidità per le PMI

Crisi liquidità La novità in tema di Trattamento di Fine Rapporto (TFR) che potrebbe essere inserita nella Legge di Stabilità 2015 sta allarmando le PMI, perché potrebbe creare seri problemi di liquidità alle imprese con meno di 50 dipendenti. La misura allo studio del Governo prevede infatti la possibilità per il lavoratore dipendente di chiedere l'anticipo di metà del TFR maturato e accantonato mensilmente dal datore di lavoro in busta paga per i prossimi 3 anni. => Metà TFR in busta paga: leggi come funziona Anche se è previsto che l’altra metà rimanga a disposizione delle imprese e...

X
Se vuoi aggiornamenti su TFR in busta paga: allarme liquidità per le PMI

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy