Riforma Del Lavoro

Dopo la Riforma del Lavoro del Governo Monti (elaborata dal Ministro Fornero) e le successive modifiche e integrazioni operate dal Governo Letta (Ministro Giovannini), il nuovo Esecutivo Renzi (Ministro Poletti) ha delineato un nuovo programma di riforme che interessano Mercato del Lavoro e Welfare, incentrato sul Jobs Act: testi, proposte di Sindacati e Confindustria, implicazioni per i dipendenti sulle modifiche all'Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, agevolazioni per le assunzioni di giovani lavoratori e innovazioni. Scarica il Testo del Ddl Riforma Lavoro e confrontalo con i due provvedimenti del Jobs Act: Decreto Lavoro Poletti e Ddl Delega Lavoro

Voucher lavoro, nuove FAQ dal Ministero

Fisco online - lavoro E' possibile effettuare comunicazioni plurime indicando tutti gli elementi richiesti dalla nuova normativa sul lavoro accessorio (inizio e ora della prestazione) inviando nuove comunicazioni in caso di modifiche. Sono alcune delle risposte alle domande più frequenti (FAQ) contenute nella Nota 20137 del 2 novembre emanata dal Ministero del Lavoro. => Voucher lavoro, comunicazioni via email Ricordiamo che la normativa di riferimento sui voucher è l'articolo 49, comma 3, del decreto legislativo 81/2015, modificato dal dlgs 185/2016. Prevede che i datori di lavoro (imprese e...

Voucher lavoro, dubbi sui decreti attuativi

Jobs Il decreto Correttivi Jobs Act con le nuove procedure per i voucher lavoro accessorio è in vigore dal 7 ottobre, ma non è chiaro se per applicarlo bisogna attendere o meno provvedimenti attuativi o altri documenti di prassi. La norma introduce l'obbligo di comunicazione dei lavoratori pagati con i voucher almeno un'ora prima dell'inizio della prestazione (Dlgs 185/2016, articolo 1, comem 1, lettera b) così da garantirne la tracciabilità e contrastare il lavoro nero. Secondo la precedente formulazione (articolo 49, comma 3, dlgs 81/2015), il datore di lavoro aveva 30 giorni di tempo...

Assunzione disabili con nuovi requisiti

Assunzioni Il decreto Correttivi Jobs Act (G.U. 235/2016 in vigore dall'8 ottobre) ha modificato le regole per l'assunzione di disabili (di cui al comma 3-bis dell'articolo 4 della legge 68/1999): per rientrare nel computo, la riduzione della capacità lavorativa deve essere pari o superiore al 60%, applicandosi anche per i lavoratori non assunti tramite collocamento obbligatorio e già disabili prima dell'assunzione. La precedente formulazione si riferiva a una riduzione della capacità « superiore al 60%», mentre il decreto correttivo sostituisce con « pari o superiore al...

Correttivi Jobs Act in vigore: ecco cosa cambia

Jobs Act Tracciabilità voucher lavoro, modifiche in materia di apprendistato, contratti di solidarietà da difensivi a espansivi, proroga ammortizzatori sociali per crisi aziendali, nuovo ispettorato del lavoro, controllo a distanza: sono alcuni dei correttivi apportati al Jobs Act ed entrate in vigore con la pubblicazione del decreto legislativo 185/2016 in Gazzetta Ufficiale. => Tutti i correttivi al Jobs Act  Si compone di sei articoli, che integrano e modificano precedenti decreti attuativi del Jobs Act. Sul fronte Riforma Contratti (modifiche al Dlgs 81/2015), la novità...

Voucher Lavoro da abolire, la denuncia INPS

Voucher Non ci sono evidenze statistiche che i voucher lavoro contrastino il sommerso né che il lavoro accessorio sia solo un impiego occasionale: l'analisi del working paper Il lavoro accessorio dal 2008 al 2015. Profili dei lavoratori e dei committenti, a cura di Bruno Anastasia, Saverio Bombelli e Stefania Maschio ( (INPS - Veneto Lavoro) mette in luce i punti deboli dello strumento alla luce del suo recente boom: 1,4 milioni di buoni utilizzati nel 2015 (25mila del 2008), committenti a quota 473mila (10mila del 2008) nel 40% dei casi con utilizzo per più anni, costo del lavoro dello 0,23%,...

Ispettorato del Lavoro, al via i controlli

Ispettorato Lavoro Con la circolare n. 29 del 2016, il Ministero del Lavoro, insediati il Consiglio di Amministrazione e il Collegio dei Revisori, ha dato ufficialmente il via all’attività dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro istituito con il Jobs Act. Nella circolare il Direttore Generale per l'Attività Ispettiva illustra la convenzione sottoscritta il 14 settembre con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali proprio per l'avvio delle attività dell'Ispettorato Nazionale del Lavoro, in attesa che vengano definiti gli ultimi provvedimenti che daranno piena autonomia all'Agenzia. =>...

Dimissioni online tramite consulente

Dimissioni I consulenti del lavoro possono fare da intermediari per le dimissioni online: lo prevede il decreto con le modifiche al Jobs Act approvato dal Consiglio dei Ministri del 23 settembre. Il nuovo provvedimento approvato dal Governo introduce correttivi al Dlgs 151/2015, tra i quali anche alla procedura in base alla quale (articolo 26) dallo scorso 12 marzo «le dimissioni e la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro sono fatte, a pena di inefficacia, esclusivamente con modalità telematiche». => Dimissioni online obbligatorie dal 12 marzo Rispetto alla precedente normativa...

Modifiche Jobs Act: voucher lavoro e ammortizzatori sociali

poletti Tracciabilità dei voucher lavoro accessorio e correttivi alla riforma degli ammortizzatori sociali: sono i punti chiave del decreto di modifiche al Jobs Act approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri del 23 settembre. E' quindi terminato l'iter legislativo del provvedimento presentato dal governo nel giugno scorso. Vediamo cosa prevede. => Voucher lavoro: il decreto tracciabilità Voucher lavoro La parte relativa ai voucher lavoro (tecnicamente, modifica il dlgs 81/2015), praticamente immutata rispetto al testo originario, prevede che il datore di lavoro, almeno 60...

Contratto a tutele crescenti e licenziamento

Contratto a tutele crescenti e licenziamento Il Governo, nel disciplinare il contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti in attuazione della legge delega meglio nota come Jobs Act, con l’emanazione del  D.Lgs. n. 23 del 4 marzo 2015 entrato in vigore il 7 marzo ha introdotto una nuova disciplina dei licenziamenti che va ad affiancare, e parzialmente a sostituire, la regolamentazione previgente. => Guida al contratto indeterminato a tutele crescenti Destinatari I destinatari della nuova disciplina sono tutti i lavoratori subordinati assunti con contratto a tempo indeterminato a far data dal 7...

Guida alla conciliazione dopo il licenziamento

Licenziamento In caso di licenziamento di un lavoratore è necessario ricorrere alla procedura di conciliazione introdotta dal Jobs Act (Decreto Legislativo n. 23/2015): questo meccanismo è previsto in caso di contenzioso sul lavoro. Alla luce delle diverse normative in vigore, la conciliazione può dunque essere facoltativa, preventiva (nel licenziamento per giustificato motivo oggettivo) e a “tutele crescenti”. Vediamole nel dettaglio. => Jobs Act: licenziamento e conciliazione Conciliazione facoltativa Dal 24 novembre 2010 il tentativo di conciliazione dinanzi alla Commissione della...

X
Se vuoi aggiornamenti su Riforma del Lavoro

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy