Riforma Del Lavoro

Dopo la Riforma del Lavoro del Governo Monti (elaborata dal Ministro Fornero) e le successive modifiche e integrazioni operate dal Governo Letta (Ministro Giovannini), il nuovo Esecutivo Renzi ha delineato un nuovo programma di riforme che interessano Mercato del Lavoro e Welfare, incentrato sul Jobs Act: testi, proposte di Sindacati e Confindustria, implicazioni per i dipendenti sulle modifiche all'Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, agevolazioni per le assunzioni di giovani lavoratori e innovazioni. Scarica il Testo del Ddl per la Riforma del Lavoro e confrontalo con il Jobs Act.

Contratti e assunzioni: le priorità per le imprese

Offerte di lavoro   Oltre l'80% delle imprese è favorevole a ridurre i contratti (abolendo in primis il co.co.pro), esprimendo un forte consenso anche sulla riscrittura dello Statuto dei lavoratori ma, a sorpresa, non tutte si schierano per l'abolizione dell'Articolo 18: quasi la metà non lo ritiene necessario o concorda con il diritto al reintegro nei licenziamenti illegittimi a tre anni di contratto; chi invece opta per l'ipotesi di indennità economica, suggerisce di introdurre programmi di ricollocazione professionale. E' quanto emerge dall'Osservatorio Permanente sul Mercato del...

Jobs Act: ecco il nuovo testo del Ddl Delega Lavoro

Senato La Commissione Lavoro del Senato ha approvato il nuovo testo del Ddl Delega (Ddl 1428) che approda nell'aula di Palazzo Madama da martedì 23 settembre. Il dibattito si preannuncia acceso, con il Pd spaccato dopo l'emendamento del Governo che ha riscritto l'articolo 4 dedicato alla riforma dei contratti, con una formulazione che di fatto elimina le tutele dell'Articolo 18 per tutti i nuovi contratti: => Delega Lavoro: l'emendamento che riscrive l'Articolo 18 Contratto unico La prima stesura prevedeva l'introduzione di un contratto unico e indeterminato a tutele crescenti,...

Jobs Act rivisto dai Consulenti del Lavoro

Lavoro in Italia Il Jobs Act rappresenta uno dei punti chiave del programma del governo Renzi e, in occasione dell'Audizione promossa dalla Commissione Lavoro della Camera nell'ambito dell'indagine conoscitiva sulla gestione dei servizi per il mercato del lavoro e sul ruolo degli operatori pubblici e privati, i Consulenti del Lavoro hanno fornito la propria ricetta per il mercato del lavoro italiano. => Jobs Act: no reintegro, sì demansionamento e controlli I consulenti del lavoro hanno portato in Aula la voce di oltre 1 milione di aziende che danno vita a oltre 7 milioni di rapporti di lavoro (il...

Jobs Act: no a reintegro, sì a demansionamento e controlli

Riforma Lavoro Renzi La parola "neoassunti" invece che "inserimento nel mondo del lavoro" nell'articolo 4 (riforma dei contratti) della Delega sul Lavoro apre la strada al superamento dell'Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori in tutti i contratti: è contenuta in un emendamento del Governo sul nuovo contratto unico a tutele crescenti, che rende anche possibile il demansionamento ed il controllo a distanza dei lavoratori. Una rivoluzione delle attuali tutele, a cui le aziende reagiscono con soddisfazione mentre i sindacati preparandosi allo sciopero generale. La Commissione Lavoro del Senato ha comunque...

Renzi: Mille Giorni partano da Riforma Lavoro

Rilancia sulle riforme il premier Matteo Renzi nel doppio intervento alle Camere per l'informativa sul programma dei Mille Giorni: è l'ultima chance per cambiare il Paese («se perdiamo non perde il Governo, perde l'Italia»). Le priorità per «ripartire e tornare a crescere»: occupazione, lavoro, istituzioni, legge elettorale, Giustizia, Fisco, Pubblica Amministrazione. Un discorso che alterna punti programmatici forti e messaggi squisitamente politici («non siamo partiti con l'obiettivo di tenere in piedi la legislatura, né siamo interessati a tenere in piedi una carriera o...

Riforma Lavoro, gli emendamenti approvati al Jobs Act

Lavoro La ripresa in commissione Lavoro al Senato della discussione sul Jobs Act porta una serie di novità al testo del ddl di delega sul lavoro presentato dal Governo: spazio a ferie solidali fra colleghi, contratti di solidarietà, riforma dei servizi per l'impiego con un meccanismo premiale fra le agenzie, contratto di ricollocamento per i disoccupati. Tuttavia, la parte fondamentale del Jobs Act - l'introduzione del contratto unico a tutele crescenti, che di fatto rappresenterà la riforma dello Statuto dei Lavoratori, Articolo 18 compreso -  non è ancora stata affrontata. Il...

Riforma Lavoro in Senato: contratto unico, licenziamenti e ferie

Jobs Act - il dibattito Attuare il riordino dei contratti di assunzione e riformare lo Statuto dei Lavoratori modificando l'Articolo 18 in materia di licenziamenti nelle aziende sopra i 15 addetti: è quanto previsto dal Ddl Delega Lavoro, in discussione in Commissione al Senato dal 4 settembre, probabilmente in Aula entro il 18 del mese. Il disegno di legge costituisce nuovo passo avanti nella realizzazione del Jobs Act del governo Renzi, che ha già riformato contratti a termine e apprendistato. => Jobs Act: cosa prevede il Ddl Delega sul Lavoro Contratto unico La Riforma del Lavoro Renzi...

OCSE boccia Decreto Lavoro: troppi contratti a termine

Il report Ocse sull'occupazione 2014 In Italia c'è troppa disoccupazione, eccessiva precarietà e bassa qualità del lavoro: nulla di nuovo, ma stavolta a dirlo è l'OCSE, nel Report 2014: da quanto emerge dall'analisi, il Decreto Poletti avrebbe fatto sì che la flessibilità nelle assunzioni si trasformasse in un abuso dei contratti a tempo determinato rimuovendo i diversi stimoli alle assunzioni a tempo indeterminato introdotti dalla precedente Riforma Monti-Fornero. Per questa ragione l'OCSE auspica un 'accelerazione nell'approvazione del Jobs Act e del contratto unico a tutele crescenti. => Riforma Lavoro 2014:...

Contributo solidarietà: al via il prelievo nelle imprese

Stipendi Al via il prelievo INPS sulle buste paga dei dipendenti previsto dalla Riforma del Lavoro Fornero (articolo 3 della Legge 28 giugno 2012, n. 92) con l'obiettivo di finanziare il Fondo di solidarietà residuale per i lavoratori non coperti dalla cassa integrazione guadagni. Il contributo è pari allo 0,5% della retribuzione  - 1/3 è a carico del lavoratore e 2/3 a carico del datore di lavoro - riguarda dipendenti (esclusi i dirigenti) e imprenditori, avverrà a partire dal mese di settembre, ma verranno prelevati anche gli arretrati a partire da gennaio 2014. => Cig in deroga:...

Governo Renzi: calendario riforme e bozza Sblocca Italia

Il Governo presenta il sito passo dopo passo Il Governo inizia ufficialmente il conto alla rovescia per la realizzazione degli impegni annunciati:  il nuovo sito web passo dopo passo segnerà il ritmo dei famosi Mille giorni,  agenda dell'Esecutivo per l'intera legislatura da qui al 2017, incentrata su riforme istituzionali, semplificazioni, giustizia civile, lavoro, scuola. Il tutto, spiega il premier, Matteo Renzi, perché: «nel momento in cui sei accusato di annuncite, malattia tipica di parte del ceto politico, rispondiamo con una data alla quale siamo evidentemente autocostretti.  In questi mille giorni le proposte che...

X
Se vuoi aggiornamenti su Governo Renzi: calendario riforme e bozza Sblocca Italia

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy