Riforma Del Lavoro

Dopo la Riforma del Lavoro del Governo Monti (elaborata dal Ministro Fornero) e le successive modifiche e integrazioni operate dal Governo Letta (Ministro Giovannini), il nuovo Esecutivo Renzi (Ministro Poletti) ha delineato un nuovo programma di riforme che interessano Mercato del Lavoro e Welfare, incentrato sul Jobs Act: testi, proposte di Sindacati e Confindustria, implicazioni per i dipendenti sulle modifiche all'Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, agevolazioni per le assunzioni di giovani lavoratori e innovazioni. Scarica il Testo del Ddl Riforma Lavoro e confrontalo con i due provvedimenti del Jobs Act: Decreto Lavoro Poletti e Ddl Delega Lavoro

Tutele crescenti dal 7 marzo: le assunzioni interessate

Contratti e Assunzioni Il nuovo contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti prenderà ufficialmente il via a partire dai contratti stipulati dal 7 marzo 2015 in poi. In sostanza per le nuove assunzioni avviate dal 7 marzo 2015 in poi si applicherà il nuovo regime di tutela in caso di licenziamento illegittimo introdotto dal Jobs Act, mentre chi è già assunto a tempo indeterminato resta con il vecchio contratto. Questo perché la pubblicazione del Decreto Legislativo attuativo in Gazzetta ufficiale è prevista per il 6 marzo. La legge entrerà poi in vigore il giorno seguente. => Contratto...

Riforma Contratti: quali cambiano, restano o spariscono

cdm jobs act I decreti attuativi del Jobs Act approvati hanno completato la Riforma dei Contratti prevista dal Governo, introducendo il nuovo tempo indeterminato a tutele crescenti, eliminando progressivamente una serie di tipologie contrattuali come le collaborazioni a progetto o le associazioni in partecipazione con apporto di lavoro, riformando altri istituti come il part-time, mentre restano inalterati ad esempio il tempo determinato e l'apprendistato. Vediamo un breve vademecum riassuntivo della Riforma Contratti, comprensivo delle misure inserite nei diversi decreti attuativi della delega del...

Congedo parentale fino a 12 anni nel Jobs Act

Famiglia La novità più rilevante in materia di congedo parentale introdotta dal decreto sulla conciliazione dei tempi lavoro-famiglia attuativo del Jobs Act è che i genitori possono chiederlo nei primi 12 anni di vita del figlio e non più nei primi otto anni. Ma ci sono anche altre modifiche che, ad esempio, codificano il diritto al congedo parentale a ore, mettendo regole precise, anche nei casi in cui non ci siano previsioni specifiche nei contratti collettivi nazionali di lavoro o in quelli decentrati o aziendali. Vediamo in sintesi come cambia il congedo parentale in base al decreto, che...

Riforma Contratti Jobs Act: il nuovo part-time

Lavoro a chiamata Il decreto attuativo della delega del Jobs Act relativa alla Riforma Contratti approvato dal Governo lo scorso 20 febbraio riscrive completamente le norme relative al lavoro part-time, o tempo parziale: l'impianto fondamentale resta sostanzialmente invariato, ma vengono previste nuove possibilità di part-time, ad esempio in alternativa al congedo parentale oppure per i lavoratori affetti da gravi patologie. Vediamo nel dettaglio. => Part-Time alternativo al congedo parentale Il contratto part-time è a tutti gli effetti un contratto di lavoro dipendente, che prevede un orario di...

Jobs Act: al via il Tour Legale in tutta Italia

Jobs Act Tutte le novità del Jobs Act illustrate alle imprese della penisola, invitate a esprimere dubbi e a chiedere chiarimenti in merito alle nuove regole e alle forme contrattuali che caratterizzano la riforma del lavoro varata dal Governo Renzi. Questo il fulcro del Tour Legale promosso da Randstad, in collaborazione con Lablaw e in partnership con Invest in Lombardy - Promos, che prenderà il via il 5 marzo e si protrarrà fino a giugno toccando numerose tappe in tutta la penisola. => Jobs Act: come cambiano contratti e lavoro Tour Legale Dal contratto a tutele crescenti alle novità...

Voucher ricollocamento: i disoccupati aventi diritto

Ricerca di lavoro Fra le tante novità inserite nei decreti attuativi approvati del Jobs Act, c'è anche il Contratto di Ricollocazione, un nuovo strumento a disposizione dei disoccupati per garantirsi validi servizi di ricerca di nuova occupazione. In pratica, a disposizione del lavoratore che ha perso il posto c'è un voucher ricollocamento, di importo variabile a seconda dei diversi profili professionali e della relativa difficoltà di ricollocazione, che il lavoratore può spendere rivolgendosi a una struttura pubblica o privata per la ricerca di lavoro. Originariamente, il voucher ricollocamento era...

Riforma lavoro: congedo per la violenza di genere

donne lavoro Le vittime di violenza di genere possono chiedere un congedo dal lavoro di tre mesi, con diritto all'intera retribuzione, per partecipare a specifici percorsi di sostegno, oppure la trasformazione in part-time, per un determinato periodo di tempo: è una delle principali novità contenute nel Decreto sui temi di conciliazione lavoro-famiglia approvato dal Consiglio dei Ministri dello scorso 20 febbraio in attuazione del Jobs Act. Si tratta dell'esercizio di una delle deleghe previste dalla Riforma del Lavoro. Vediamo con precisione cosa prevede questo nuovo congedo, regolamentato...

Part-time: alternativo al congedo parentale

congedo parentale La riforma dei contratti approvata dal Governo in esercizio della delega del Jobs Act introduce nuovi strumenti di conciliazione lavoro famiglia: entrambi i genitori possono chiedere al posto del congedo parentale la trasformazione temporanea del contratto di lavoro in part-time, ossia a tempo parziale. Lo prevede il comma 7 dell'articolo 6 del decreto approvato il 20 febbraio dal Consiglio dei Ministri. => Jobs Act: come cambiano i contratti e lavoro Scelta del part-time Ecco come funziona: il lavoratore può chiedere, per una sola volta, la trasformazione del rapporto da tempo...

Conciliazione lavoro-famiglia, maternità più flessibile

Congedo parentale Diventano più flessibili i congedi di maternità obbligatoria per le lavoratrici e vengono ampliate le possibilità di ricorrere al congedo anche da parte delle libere professioniste, nonché a quello di paternità in alternativa alla madre per i lavoratori: sono parecchie le novità a sostegno della genitorialità inserite nel decreto del Governo sui tempi di conciliazione lavoro-famiglia, in esercizio della delega prevista dal Jobs Act, la Riforma del Lavoro. Vediamo tutto. => Jobs Act: come cambiano contratti e lavoro Maternità lavoratrici dipendenti Parto anticipato: nel...

Collaborazioni a progetto addio

Contratto a termine Dopo il decreto che introduce il nuovo contratto a tutele crescenti cambiando la disciplina dei licenziamenti per i nuovi assunti a partire dal 2015, la Riforma dei Contratti (che fra le altre cose elimina progressivamente Co-Co.Co e Co.Co.Pro) era probabilmente la parte più attesa del Jobs Act, ovvero la legge delega di Riforma del mercato del Lavoro su cui il Governo sta approvando i decreti attuativi. E fra i quattro decreti legislativi approvati venerdì 20 febbraio dal Consiglio dei Ministri c'è, appunto, quello che contiene lo "Schema di decreto legislativo recante il testo organizo...

X
Se vuoi aggiornamenti su Collaborazioni a progetto addio

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy