Riforma Del Lavoro

Dopo la Riforma del Lavoro del Governo Monti (elaborata dal Ministro Fornero) e le successive modifiche e integrazioni operate dal Governo Letta (Ministro Giovannini), il nuovo Esecutivo Renzi (Ministro Poletti) ha delineato un nuovo programma di riforme che interessano Mercato del Lavoro e Welfare, incentrato sul Jobs Act: testi, proposte di Sindacati e Confindustria, implicazioni per i dipendenti sulle modifiche all'Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, agevolazioni per le assunzioni di giovani lavoratori e innovazioni. Scarica il Testo del Ddl Riforma Lavoro e confrontalo con i due provvedimenti del Jobs Act: Decreto Lavoro Poletti e Ddl Delega Lavoro

Voucher lavoro, inversione di tendenza

osservatorio inps Le modifiche al Jobs Act, con la stretta sulla tracciabilità dei voucher lavoro, producono i primi risultati: a fine 2016 il numero di buoni per la retribuzione del lavoro accessorio è tornato in linea con i livelli 2015: la flessione, segnala l'INPS nel consueto rapporto sul precariato, è iniziata in ottobre. Le cifre precise: in dicembre sono stati venduti 11,5 milioni di voucher, poco più degli 11,4 milioni dello stesso mese dell'anno precedente. => Voucher lavoro verso la Riforma Nell'intero 2016 sono stati venduti 133,8 milioni di buoni lavoro, l'incremento rispetto all'ano...

Jobs Act Autonomi, nuove proposte

Professionisti Tutti gli Ordini professionali uniti nel chiedere alla Commissione Lavoro alla Camera alcune modifiche al Jobs Act degli autonomi attualmente in stallo dopo il via libera del Senato dello scorso novembre, ritenuto in generale un provvedimento valido e un intervento costituzionalmente necessario che va a colmare, almeno in parte un ritardo non più tollerabile per il comparto del lavoro autonomo e professionale. => Jobs Act autonomi approvato in Senato Una delegazione del Comitato Unitario delle Professioni guidata da Marina Calderone, presidente del Consiglio Nazionale dell'ordine...

Referendum Jobs Act, il dibattito diventa elettorale

Jobs Act La sentenza della Corte Costituzionale che ha approvato due dei quesiti proposti per il referendum sul Jobs Act (su voucher lavoro e responsabilità solidale appalti) e respinto il terzo (sull'articolo 18) ha di fatto segnato l'apertura della campagna elettorale, pur fra una serie di incognite, a partire dalla data del voto. In base alla legge si va alle urne in primavera, fra il 15 aprile e il 15 giugno, a meno che non intervenga una crisi di governo: in caso di elezioni anticipate, la consultazione referendaria viene congelata fino al 2018. => Referendum Jobs Act: i tre...

Referendum Jobs Act senza Articolo 18

Giustizia Niente quesito sull'articolo 18 nel Referedum sul Jobs Act, ammissibili invece gli altri due (su voucher lavoro e responsabilità solidale negli appalti): è il parere della Corte Costituzionale, di cui non si conoscono ancora le motivazioni, attese nel giro di un mese. Quesiti I tre quesiti sono stati promossi dalla CGIL raccogliendo 3,3 milioni di firme, mentre l’Avvocatura dello Stato in udienza ne ha poi chiesto l’inammissibilità. I due quesiti ammessi riguardano in dettaglio "abrogazione disposizioni sul lavoro accessorio (voucher)" e "abrogazione disposizioni limitative...

Sussidi disoccupazione: al via i correttivi

Disoccupazione Un mese in più di NASpI per i lavoratori stagionali, penalizzazioni sull'assegno dei vari trattamenti di disoccupazione per chi non accetta offerte di lavoro congrue o non adempie ai vai doveri previsti dal patto di servizio personalizzato: l'INPS fornisce chiarimenti sulle modifiche al Jobs Act previste dal decreto 185/2016 in materia di sussidi per disoccupati. Nel dettaglio, le disposizioni operative sono contenute nella circolare 224/2016 e riguardano le seguenti normative: NASpI stagionali: l'articolo 2, comma 1, lettera e, del decreto 185/2016, modifica l'articolo 43 del Dlgs...

Referendum Jobs Act, sentenza 11 gennaio

Jobs Fissata per l'11 gennaio la camera di consiglio della Corte Costituzionale per decidere l'ammissibilità dei tre referendum abrogativi del Jobs Act promossi dalla Cgil e che riguardano le misure della Riforma Lavoro relative a: licenziamenti illegittimi (Articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori), lavoro accessorio, responsabilità solidale appalti. => Referendum Jobs Act, il deposito delle firme I quesiti hanno superato il vaglio dell'Ufficio centrale per il referendum, quindi la parola passa alla Corte. Dopo la sentenza, nel caso in cui venissero ritenuti ammissibili,...

Jobs Act, Politiche Attive fra Stato e Regioni

anpal La vittoria del no al referendum costituzionale ha impatto anche sull'attuazione del Jobs Act, in particolare sulla parte relativa alle politiche attive: la riforma del lavoro prevedeva che la materia tornasse a essere esclusiva dello Stato, mentre il risultato referendario lascia intatta la normativa costituzionale che prevede sulle politiche attive il potere legislativo delle Regioni. Attenzione: non si prevede un effetto immediato sull'assegno di ricollocazione, su cui c'è una delibera ANPAL (la nuova Agenzia Nazionale Politiche Attive per il Lavoro), che prevede la partenza di questo...

Voucher lavoro, nuove FAQ dal Ministero

Fisco online - lavoro E' possibile effettuare comunicazioni plurime indicando tutti gli elementi richiesti dalla nuova normativa sul lavoro accessorio (inizio e ora della prestazione) inviando nuove comunicazioni in caso di modifiche. Sono alcune delle risposte alle domande più frequenti (FAQ) contenute nella Nota 20137 del 2 novembre emanata dal Ministero del Lavoro. => Voucher lavoro, comunicazioni via email Ricordiamo che la normativa di riferimento sui voucher è l'articolo 49, comma 3, del decreto legislativo 81/2015, modificato dal dlgs 185/2016. Prevede che i datori di lavoro (imprese e...

Voucher lavoro, dubbi sui decreti attuativi

Jobs Il decreto Correttivi Jobs Act con le nuove procedure per i voucher lavoro accessorio è in vigore dal 7 ottobre, ma non è chiaro se per applicarlo bisogna attendere o meno provvedimenti attuativi o altri documenti di prassi. La norma introduce l'obbligo di comunicazione dei lavoratori pagati con i voucher almeno un'ora prima dell'inizio della prestazione (Dlgs 185/2016, articolo 1, comem 1, lettera b) così da garantirne la tracciabilità e contrastare il lavoro nero. Secondo la precedente formulazione (articolo 49, comma 3, dlgs 81/2015), il datore di lavoro aveva 30 giorni di tempo...

Assunzione disabili con nuovi requisiti

Assunzioni Il decreto Correttivi Jobs Act (G.U. 235/2016 in vigore dall'8 ottobre) ha modificato le regole per l'assunzione di disabili (di cui al comma 3-bis dell'articolo 4 della legge 68/1999): per rientrare nel computo, la riduzione della capacità lavorativa deve essere pari o superiore al 60%, applicandosi anche per i lavoratori non assunti tramite collocamento obbligatorio e già disabili prima dell'assunzione. La precedente formulazione si riferiva a una riduzione della capacità « superiore al 60%», mentre il decreto correttivo sostituisce con « pari o superiore al...

X
Se vuoi aggiornamenti su Riforma del Lavoro

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy