Partite IVA

Novità, guide e approfondimenti per la gestione quotidiana del lavoro e degli adempimenti contabili e fiscali, con un focus sugli strumenti utili per l’esercizio della professione, sui prodotti ICT e sui servizi Web e IT volti a ottimizzare i costi dell’attività incrementando la produttività grazie all'innovazione.

Aliquote contributive in Gestione Separata

Benefici contributivi Scendono di due punti percentuali, a partire dal 2017, per effetto delle disposizioni contenute nella Legge di Stabilità 2017, le aliquote contributive di professionisti titolari di partita IVA iscritti alla Gestione Separata INPS in via esclusiva. La misura è contenuta nell'ampio capitolo della legge di Bilancio 2017 dedicato agli interventi al sistema previdenziale pubblico obbligatorio. => Confronta con le aliquote Gestione Separata 2016 Scongiurato, almeno secondo il testo del Ddl approvato alla Camera, l'aumento di due punti percentuali per le aliquote della Gestione Separata...

Partite IVA, da gennaio trasferte fuori fattura

trasferte Le spese di viaggio e trasporto di un professionista, se acquistate direttamente dal committente, dal 2017 non costituiscono reddito da lavoro autonomo: lo prevede una norma inserita nel decreto fiscale, trasformato definitivamente in legge, che di fatto equipara i costi di viaggio delle trasferte delle partite IVA a quelle per alberghi e somministrazione di pasti e bevande. Si tratta di una misura di semplificazione fiscale, contenuta nell'articolo 7-quater, comma 5, del decreto 193/2016, che va a modificare l'articolo 54, comma 5, del Tuir, il testo unico delle imposte sui redditi (Dpr...

Il Decreto fiscale è legge

senato Sì definitivo del Senato alla legge di conversione del Decreto fiscale che contiene la rottamazione delle cartelle esattoriali, l'addio a Equitalia, la voluntary disclosure bis, l'abolizione degli studi di settore, nuovi adempimenti per le partite IVA: il governo aveva posto la questione di fiducia sullo stesso testo già passato alla Camera, Palazzo Madama ha approvato con 162 voti favorevoli, 86 voti contrari e un astenuto. Ricordiamo brevemente quali sono le principali misure della legge di conversione del Dl 193/2016. Rottamazione cartelle esattoriali: definizione agevolata delle...

Partite IVA, i nuovi oneri fiscali 2017

Business Comunicazioni IVA trimestrali con i dati di tutte le fatture emesse e nuova comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche, anche in questo caso ogni tre mesi: sono i nuovi adempimenti per le Partite IVA previsti dal Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2017, su cui il Governo ha posto il voto di fiducia al Senato per l'approvazione definitiva. In pratica, otto nuovi adempimenti per i titolari di Partita IVA (entrambe le scadenze prima erano annuali), che scendono quindi sul piede di guerra: con un'iniziativa senza precedenti, i commercialisti hanno indetto per il...

Formazione, deducibilità per professionisti

Voucher formazione Tra le spese che il professionista con Partita IVA può dedurre ai fini dell’imposta sul reddito ci sono anche quelle di formazione e aggiornamento professionale. Il riferimento legislativo è l’articolo 54, comma 5 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR): “le spese di partecipazione a convegni, congressi e simili o a corsi di aggiornamento professionale, incluse quelle di viaggio e soggiorno sono deducibili nella misura del 50 per cento del loro ammontare”. => Le spese dei professionisti deducibili Spese deducibili da IRPEF e IRAP quota di iscrizione ai corsi,...

Errori IVA con multe da 5mila euro

Partite IVA errori Con il decreto fiscale 193/2016 collegato alla Legge di Stabilità 2017, già entrato in vigore il 24 ottobre 2016, arriva un giro di vite per gli eventuali errori, anche se di piccole entità, contenuti nelle nuove comunicazioni trimestrali IVA. Questo, a fronte dell'introduzione di ben otto nuovi obblighi a carico di professionisti e imprese con decorrenza dal 1° gennaio 2017, tra questi l'invio telematico dei dati delle liquidazioni IVA che dovrebbe garantire all'Erario un incremento del gettito IVA per effetto dei controlli automatizzati e dell’anticipazione delle procedure di...

Gruppo IVA, unico soggetto d’imposta

Societa tra professionisti Tante le novità della Legge di Stabilità 2017, tra le quali quelle relative alle modifiche alla disciplina in materia di IVA nei gruppi societari. Si tratta in particolare dell’introduzione nella disciplina IVA del cosiddetto Gruppo IVA che figurerà come un unico soggetto d’imposta, ovvero come unico contribuente nei rapporti con il Fisco, come già avviene in molti Paesi UE. La novità normativa in tema di disciplina in materia di IVA nei gruppi societari prevede l'aggiornamento del Decreto IVA 633/72 con l'introduzione del «Titolo V-bis». => Pacchetto Partite IVA in Legge...

Detrazioni e deduzioni per liberi professionisti

Premesso che l’art. 54 comma 3 del TUIR consente al libero professionista di dedurre il 50% della rendita catastale dell’immobile in uso promiscuo, gradirei sapere se esercizio di tale diritto lascia invariata la deducibilità per abitazione principale. Vale per ogni esercizio? Le spese per acquisto e utilizzo cellulari e telefoni fissi, in uso promiscuo per i liberi professionisti, secondo alcuni commercialisti rientrerebbero nelle previsioni del comma 3 dell’art.54 del TUIR e non in quelle del 3bis, con la conseguenza che sarebbero deducibili al 50% e non all’80%: qual è il...

Controlli al VIES, 60mila gli esclusi

IVA Sono 60mila le lettere in arrivo ad altrettanti soggetti IVA in tema di operazioni intra-UE che riguardano in particolare l'esclusione dal VIES (VAT Information Exchange System) per non aver presentato elenchi riepilogativi a partire dal primo trimestre 2015. Si tratta di missive frutto dei primi controlli del Fisco sugli elenchi IVA: la lettera informa i soggetti che, a causa dell'apparente inattività IVA, non avendo presentato neanche un elenco riepilogativo per quattro trimestri consecutivi, saranno cancellati dall’archivio VIES. => VIES online per operazioni IVA nella...

Autonomi in gestione separata e contributi

Ho in programma di aprire partita IVA come professionista non iscritto a cassa previdenziale e di iscrivermi alla gestione separata INPS. Svolgerò dei lavori che mi daranno un reddito dal mese di settembre in poi per circa 10.000 € lordi. Mi chiedevo: devo versare interamente i contributi sulla base del reddito minimale INPS (reddito minimo 1.5548 €, quindi importo minimo contributi 3.731,52 €) oppure solo una frazione, visto che per il 2016 sarò iscritta alla gestione separate per soli 4/5 mesi? O devo applicare l'aliquota del 27,72% sui 10.000 €? Un'altra domanda: a novembre...

X
Se vuoi aggiornamenti su Partite IVA

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy