Controlli Fiscali

Plusvalenza compravendite con accertamento IRPEF

Mercato immobiliare Per quanto concerne l'imposizione da applicare sulla plusvalenza (la differenza tra quanto calcolato per l'imposta di registro e il corrispettivo dichiarato nell'atto) realizzata nella cessione di immobile può rilevare il valore finale del bene. Prendendo in considerazione - ai fini IRPEF - il reale valore di mercato, infatti, non verrebbe leso il diritto del contribuente di contestare la somma rilevata (Cassazione, sentenza n. 17653/2014). Questo significa però che la plusvalenza costituisce una maggiore componente positiva di reddito realizzata dai venditori e come tale soggetta...

Un software verifica il modello Ipea

Servizi online Il modello Ipea è quello che consente al contribuente di richiedere il computo in diminuzione delle perdite pregresse, a seguito della notifica dell’avviso di accertamento (articolo 42, quarto comma, Dpr 600/1973) ma anche in caso di accertamento con adesione (articolo 7, comma 1-ter, Dlgs 218/1997). => Accertamenti fiscali: lo scomputo delle perdite L’Ipea può essere presentato esclusivamente in via telematica e ora l’Agenzia delle Entrate ha rilasciato un software di controllo del modello Ipea capace di rilevare l’eventuale presenza di errori, anomalie, o o incongruenze...

Controlli fiscali: risposte entro il 2 ottobre

Scadenze Tempo fino al 2 ottobre per inviare i documenti e fornire chiarimenti all’Agenzia delle Entrate in merito alla lettera di compliance ricevuta e contenente richiesta di documentazione per i controlli formali sulle dichiarazioni dei redditi del 2015. Tra maggio e luglio le Entrate hanno infatti inviato centinaia di lettere che segnalavano ai contribuenti anomalie nella dichiarazione dei redditi, invitando loro a fornire spiegazioni al Fisco e/o a mettersi in regola. => Lettera del Fisco: cosa fare quando arriva Fino al 2 ottobre 2017 è possibile rispondere alle richieste di...

Fisco: pausa estiva per versamenti, scadenze e contenziosi

Pausa estiva Dopo l'ingorgo di scadenze fiscali di fine luglio arriva il conto alla rovescia per la sospensione estiva, a partire dal contenzioso tributario che va in vacanza dal 1° al 31 agosto. In pausa fino al 20 agosto anche le scadenze fiscali e fino al 4 settembre per i versamenti da comunicazioni di irregolarità. => Scadenze fiscali, ingorgo di luglio Contenzioso tributario A prevedere la sospensione dei termini processuali dal 1º al 31 agosto di ciascun anno è l’articolo 1, legge 742/1969, come modificato dall’articolo 16, comma 1, Dl 132/2014). Questa vede coinvolti sia il...

Lettera del Fisco: cosa fare quando arriva

lettera_fisco_guida Si chiama “L’Agenzia ti scrive: lettera di invito a regolarizzare possibili errori” l'ultima guida dell’Agenzia delle Entrate pensata per aiutare i contribuenti a capire come muoversi nel momento in cui si riceve una lettera di compliance dal Fisco che invita a verificare la dichiarazione dei redditi presentata. Un utile vademecum per capire anche come regolarizzare la propria posizione in maniera agevolata. La guida fornisce infatti degli esempi pratici e illustra passo dopo passo come fare. => Precompilata, i controlli fiscali su ex UNICO e 730  Le anomalie in...

Cartelle non pagate, nuovo fermo amministrativo

Controlli fiscali Dal 1° luglio 2017 l’Italia ha detto addio ad Equitalia e al suo posto è subentrata l’Agenzia delle Entrate-Riscossione, un nuovo ente della riscossione che ha anche nuovi poteri nelle sue mani per agire nei confronti di coloro che non pagano le cartelle esattoriali. => La nuova cartella esattoriale Intanto chiariamo che si parla di mancato pagamento della cartella esattoriale se il versamento di quanto dovuto non avviene entro 60 giorni dalla notifica. Trascorso questo lasso di tempo senza che il debitore si sia messo in regola l’Agente della riscossione è autorizzato ad...

Dichiarazioni, anomalie online su Entratel

Servizi online Pronto il servizio delle Entrate che consente agli intermediari abilitati di consultare online, accedendo al canale telematico Entratel eventuali segnalazioni di irregolarità nell’attività di trasmissione delle dichiarazioni dei redditi risultanti dall’incrocio dei dati presenti nel Sistema informativo dell’Anagrafe tributaria con riferimento all’anno 2013. => Fisconline ed Entratel: come registrarsi Le segnalazioni verranno rese disponibili dall’Agenzia delle Entrate a partire dal prossimo 24 luglio e nei giorni immediatamente successivi. La richiesta di chiarimenti...

Giustizia: modifiche al reato di autoriciclaggio

Giustizia Il Dlgs n. 90/2017 (Gazzetta Ufficiale n. 140 del 19 giugno 2017) in attuazione della direttiva UE n. 2015/849 del 20 maggio 2015 (cd. IV Direttiva Antiriciclaggio), sulla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo, modifica il regolamento UE n. 648/2012 e abroga le direttive 2005/60/CE e 2006/70/CE. Per colmare alcune lacune del testo (che comportavano il venir meno della responsabilità da reato e della confisca per equivalente in caso di autoriciclaggio), il 28 giugno 2017 è stato diffuso un comunicato di rettifica (Gazzetta...

TARI, tassa rifiuti su posto auto scoperto

Posto auto La tassa sui rifiuti TARI risulta dovuta anche con riferimento agli spazi scoperti adibiti a posto auto, pur se non denunciati, poiché si presume che la superficie sia potenzialmente idonea a produrre rifiuti (cfr. Commissione Tributaria Regionale di Roma, quattordicesima sezione, sentenza n. 5726/16).  Nel caso in esame, il contribuente era ricorso in appello dopo che l'Agenzia delle Entrate gli aveva recapitato un accertamento TARI. => TARI: novità e istruzioni Tra le motivazioni addotte per ritenerlo illegittimo, il fatto di essere in possesso di una perizia effettuata da...

Compensi professionali con principio di cassa

Professionisti Con l’ordinanza n. 15439/2017 la Corte di Cassazione ha chiarito quando rilevano i compensi percepiti dai professionisti, spiegando in particolare che a tali somme va applicato il principio di cassa, dunque la disponibilità della somma indicata nel titolo di credito va inquadrata al momento in cui lo stesso è ricevuto. Il caso riguardava un professionista che aveva fatturato nel 2005 un compenso percepito a fine 2004 e pagato mediante assegno bancario reso disponibile con valuta il 10 gennaio 2005. Fatto che aveva generato un avviso di accertamento IVA ed IRPEF da parte...

X
Se vuoi aggiornamenti su Controlli fiscali

inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Ho letto e acconsento l'informativa sulla privacy

Acconsento al trattamento di cui al punto 3 dell'informativa sulla privacy