Filmati pubblicitari animati con PowerPoint

di Gianni Nigro

scritto il

PowerPoint permette di produrre filmati a ciclo continuo, da esporre in stand fieristici o qualunque vetrina aperta al pubblico, ottenendo il massimo risultato mediante animazioni e transizioni

Una presentazione è una sequenza di slide o diapositive che possono contenere svariati oggetti: testo, immagini disegnate, fotografie, tabelle, grafici, elementi grafici predefiniti come Clip Art o Smart Art, clip multimediali e e altro ancora, a partire dallo sfondo che va considerato come un oggetto a sé.

Con Microsoft PowerPoint e con i più diffusi programmi di creazione delle presentazioni, gli oggetti contenuti in una diapositiva possono essere animati mediante Animazioni predefinite, e anche i passaggi tra una slide e l’altra possono divenire tali, con effetti cinematografici o televisivi chiamati Transizioni.


scarica l’esempio

Con PowerPoint, inoltre, è possibile automatizzare i passaggi da una diapositiva all’altra piuttosto che gestire la presentazione manualmente. Se poi si va anche a collegare l’ultima diapositiva della presentazione alla prima, è possibile ottenere un vero e proprio filmato a ciclo continuo, proiettabile ad esempio in uno stand fieristico, in un supermercato, nella vetrina di un negozio, e così via.

Nell’esempio che andremo a sviluppare, costruiremo una presentazione, prodotta da un’ipotetica catena di agenzie turistiche, che pubblicizza viaggi organizzati in Norvegia.

Realizzazione di una presentazione

In estrema sintesi, ricordiamo come si svolge la costruzione di una presentazione. Anzitutto si può scegliere se ricorrere a un Modello predefinito o partire da una Presentazione vuota. Per poter effettuare tale scelta, si clicca sul Pulsante Office e di seguito, nella finestra che appare, sul pulsante Nuovo.

Viene visualizzata la finestra di dialogo Nuova presentazione, da cui si può seleziona un modello esistente – presente sul computer (sezione Modelli) o in Rete (sezione Microsoft Office Online) – oppure crearne ex novo una nuova: per iniziare, basta un clic sul pulsante Presentazione vuota.

Per ottenere una diapositiva efficace gli oggetti devono essere distribuiti all’interno della slide in maniera armonica. PowerPoint 2007 viene incontro all’utente presentando una serie di layout con organizzazione predefinita degli oggetti. Naturalmente, l’utente può modificare la struttura di un layout predefinito o crearne di nuovi.

Per visualizzare il menu dei layout predefiniti: barra multifunzione, scheda Home, gruppo Diapositive > freccia in basso a destra del pulsante Nuova diapositiva menu dei layout predefiniti.

Una buona presentazione solitamente apre con una prima diapositiva dotata del layout Diapositiva titolo, mentre le successive slide vengono scelte in base alle esigenze del momento.

Quando si apre una nuova presentazione, di default PowerPoint visualizza come prima (e al momento unica) diapositiva, la slide dal layout di tipo Diapositiva titolo, in cui i segnaposti rispettivamente del Titolo e del Sottotitolo, possono essere sovrascritti e formattati.

Molto importante è lo sfondo di una slide, che contribuisce non poco a dare risalto ai contenuti stessi. Se è vero che una delle tante singolarità di Google è proprio lo sfondo assolutamente candido, è altrettanto vero che in una presentazione uno sfondo forte e coerente con il tema della presentazione può meglio attrarre l’attenzione del pubblico.

Per elaborare lo sfondo di una slide: tasto destro del mouse sopra lo sfondo della diapositiva > Formato sfondo > finestra di dialogo Formato sfondo, che contiene numerosi comandi per configurare lo sfondo.

Vediamo un esempio di sfondo in cui sono stati utilizzati i colori preimpostati dell’opzione Riempimento sfumato.

Gli oggetti utilizzati in una presentazione – testo, immagini, grafici ecc. – possono essere interni alla slide, in base al tipo di layout scelto (nell’esempio abbiamo usato gli oggetti di testo già presenti, Titolo e Sottotitolo). Tuttavia, si può anche inserirne di nuovi utilizzando un layout già contenente altri oggetti, oppure scegliendo la diapositiva con il tipo di layout chiamato Vuota.

In questo caso, si possono inserire liberamente forme, caselle di testo, immagini e così via. Per inserirli direttamente in una slide, si deve selezionare dalla Barra multifunzione la scheda Inserisci.

Supponiamo di voler inserire fotografie o immagini. Il percorso è il seguente: barra multifunzione, scheda Inserisci > gruppo Illustrazioni > clic sul pulsante Immagini > finestra di navigazione Inserisci immagine, tramite la quale è possibile individuare e selezionare il file da utilizzare.

Dopo aver selezionato l’icona del file scelto, fare clic sul pulsante Inserisci e l’immagine appena incollata sulla diapositiva può essere dimensionata e spostata con il mouse, ulteriormente modificabile mediante gli strumenti offerti dalla scheda Strumenti immagine/Formato, che appare sulla Barra multifunzione ogni qual volta sia selezionata un’immagine inserita.

Da notare che alla selezione della foto in alto a destra, corrisponde l’apparizione, nella Barra multifunzione, della scheda Strumenti immagine/Formato.

Visualizzazione della presentazione

Per avere un quadro generale della presentazione, man mano che la sua costruzione procede è possibile passare alla visione Sequenza diapositive, dove tra l’altro è possibile spostare direttamente con il mouse le diapositive cambiandone la sequenza, eliminando o duplicando slide, e così via.

Se nella Barra multifunzione si seleziona la scheda Animazioni, è possibile utilizzare gli strumenti del gruppo Transizione della diapositiva.

La transizione tra una slide e l’altra crea un effetto cinematografico o televisivo che rende più gradevole e professionale la presentazione. Si può applicare a tutti i passaggi lo stesso tipo di transizione o utilizzare transizioni diverse, anche casuali, lasciando al programma la scelta random del tipo di transizione da utilizzare di volta in volta.

Il tocco finale può essere la trasformazione della presentazione in un film, impostando la presentazione in modo tale che non solo il passaggio da una slide all’altra avvenga in maniera automatica (con tempi di passaggio definiti), ma addirittura che al termine della visualizzazione dell ‘ ultima diapositiva, la presentazione riparta con la slide di apertura.

In tal modo la sequenza delle diapositive proseguirà a ciclo continuo, finché non si preme il tasto Esc sulla tastiera del pc che sta eseguendo lo svolgimento della presentazione.

Per applicate queste impostazioni è necessario percorrere il seguente cammino:barra multifunzione, scheda Presentazione > gruppo Imposta, clic sul pulsante Imposta presentazione > finestra di dialogo Imposta presentazione > casella di controllo Effettua ciclo continuo fino a ESC.

Per impostare gli intervalli tra una diapositiva e l’altra, impostare manualmente i passaggi da una slide all’altra e modificare gli intervalli in Sequenza diapositive.

Per impostare manualmente gli intervalli selezionare dala barra multifunzione la scheda Presentazione > gruppo Imposta > clic su Prova intervalli: il verrà eseguita una presentazione programmata per passare da una slide all’alta mediante clic del mouse, con intervalli registrati e memorizzati. Ora, basta cliccare sopra la casella di controllo Usa intervalli provati.

La visualizzazione Sequenza diapositive permette di controllare i tempi di passaggio, segnalati al di sotto di ogni miniatura sulla sinistra. Per modificare o impostare il tempo per una diapositiva: visualizzazione Sequenza diapositive > barra multifunzione, scheda Animazioni > selezionare la miniatura per la quale impostare l’intervallo > gruppo Transizione diapositiva > clic sulla casella di controllo Automaticamente dopo > inserire nella casella relativa il tempo scelto.

Quando la presentazione così impostata verrà lanciata, le diapositive si succederanno una dopo l’altra, rispettando le transizioni e gli intervalli assegnati, a ciclo continuo, finché non sarà premuto dalla tastiera il tasto ESC.